Spiagge nel degrado, la lettera di una cittadina al sindaco Paolo Graziano

Spiagge nel degrado, la lettera di una cittadina al sindaco Paolo Graziano

fogna 4Caro Sindaco Paolo Graziano,
Sono una minturnese-scaurese costretta ad emigrare al Nord per via della precarietà lavorativa della nostra zona che almeno in estate potrebbe dare lavoro a tanti giovani. Purtroppo la mancanza di strutture, di cura e pulizia della nostra unica risorsa naturale ha portato tanti villeggianti verso altre spiagge, verso altri mari più puliti.

Ogni anno ritorno con tanta gioia, fiducia e speranza per il mio mare, la mia spiaggia. Spero sempre che possano ritornare ai tempi della mia infanzia quando l’acqua era limpida, le spiagge pulite ed affollate. E invece ogni anno sono sempre più delusa e amareggiata. Ora poi che ho due bambini piccoli, che durante l’anno vivono nel frastuono e nell’inquinamento della famigerata Milano, ho ancora più voglia di tornare per fargli vivere la vita semplice e spensierata della gente di mare, per farli correre,giocare sulla spiaggia, per fargli amare il mare come lo amo io.

Ogni anno ritorno con la speranza che qualcosa sia cambiato, che il mare sia ritornato quello degli anni ’70-’80 e che le spiagge siano belle, pulite e pronte per accogliere emigrati e villeggianti. Questa mattina mi sono recata con i miei bambini alla spiaggetta che si trova subito dopo “L’Approdo” (sotto il bar “Lo Scoglio” per intenderci) e mi sono vergognata ed imbarazzata nei confronti di chi viene da fuori pensando di trovare pulizia e buona accoglienza. Una lingua di spiaggia sporca di immondizia, di sigarette. Ieri, invece, sulla spiaggia di fronte alle Sieci i miei bambini hanno trovato dei pedalò… delle carcasse di pedalò lì buttate, abbandonate.

Nella mia mente solo una parola: perché? Perché non si può pulire, perché non si può accogliere diversamente il turista che decide magari per la prima (e ultima volta) di trascorrere nel nostro paese le sue vacanze? Da chi dipende? Chi è che deve ordinare che le spiagge siano pulite? La nostra unica risorsa, fonte di guadagno per tanti è abbandonata a se stessa! Il mare è sporco, i depuratori non funzionano.

Io mi chiedo: ma chi amministra questo paese perché non fa qualcosa di concreto? La domenica lei non ci va al mare? Perché non prova a passeggiare sulla battigia? Si renderà conto dello schifo e dell’incuria delle nostre belle spiagge.

La saluto,
Eloise Bianco

Ti è piaciuto questo articolo? Sostieni Minturnet con una DONAZIONE --> CLICCA QUI!



Segui Minturnet su Facebook e Twitter per essere sempre aggiornato


Iscriviti alla Newsletter gratuita. Clicca qui!

Usa Facebook per lasciare un commento a questo articolo

Share