UDC, Stefanelli: “Non sono l’erede di Michele Forte”

UDC, Stefanelli: “Non sono l’erede di Michele Forte”

Gerardo Stefanelli

Gerardo Stefanelli

“Non sono l’erede Forte e non è mia intenzione esserlo”. Lo dichiara Gerardo Stefanelli, intervenendo sulle indiscrezioni della stampa in merito alla possibilità che prenda in mano il partito Udc guidato fino ad ora da Michele Forte. “Sarebbe irrispettoso – prosegue Stefanelli – nei confronti del segretario provinciale Udc e, soprattutto, di tutti gli uomini e le donne che fanno parte di questo partito sul territorio. Uomini e donne che non possono essere considerati un pacchetto di voti da trasmettere per via ereditaria. Questa è una vecchia idea di partito, che si muove tra uomini di fiducia, caselle da riempire e giochi di correnti, che non penso sia più proponibile nello scenario politico attuale. A mio modesto avviso va avviata invece una profonda riflessione sull’offerta politica che l’UDC ritiene di presentare ai cittadini. In questi mesi ci si dovrebbe concentrare sui temi e le modalità che dovranno caratterizzare l’azione politica dell’UDC, occorre capire chi siamo e quello che vogliamo. Alla conclusione di queste riflessioni – conclude Gerardo Stefanelli – si potrà capire quali sono le alleanze più adeguate alla linea politica definita, tra l’altro io credo che la leadership non si eredita ma si guadagna sul campo attraverso la condivisione, le idee ed il carisma”.

Ti è piaciuto questo articolo? Sostieni Minturnet con una DONAZIONE --> CLICCA QUI!



Segui Minturnet su Facebook e Twitter per essere sempre aggiornato


Iscriviti alla Newsletter gratuita. Clicca qui!

Usa Facebook per lasciare un commento a questo articolo

Share