• Home »
  • Attualità »
  • Allarme inquinamento Garigliano, l’Arpa conferma la presenza di idrocarburi nel fiume
Allarme inquinamento Garigliano, l’Arpa conferma la presenza di idrocarburi nel fiume

Allarme inquinamento Garigliano, l’Arpa conferma la presenza di idrocarburi nel fiume

Il fiume Garigliano

Il fiume Garigliano

Idrocarburi. Avrebbe un’origine ben specifica la fonte di inquinamento del Garigliano. A confermarlo i dati dell’Arpa che proprio in questi giorni avrebbero individuato la presenza della sostanza inquinante nelle acque del fiume. I dati, raccolti nei mesi scorsi nell’ambito dell’inchiesta avviata sia dalla Procura della Repubblica di Latina che dalla Procura di Santa Maria Capua Vetere, non lasciano dubbi. Dopo la segnalazione protocollata dal comitato civico Suio Nostra al Comune di Castelforte circa la presenza di una scia marrone tale da rendere scura la superficie del Garigliano, ieri mattina la Polizia Provinciale, agli ordini del dirigente Pasquale Fusco e la Capitaneria di Porto di Gaeta, hanno effettuato alcuni sopralluoghi nella zona di Suio. L’acqua, diversamente da quanto denunciato, appariva più limpida del solito. Segno, probabilmente, che si tratta di “sciami” che occasionalmente fanno la loro comparsa lungo il letto del fiume. Destando, così, la preoccupazione dei residenti.

Questo però non basta per dire che il problema sia risolto. Anzi. Le indagini proseguono a tutto campo. Non si esclude nessuna ipotesi. Gli idrocarburi potrebbero provenire dalle imbarcazioni che solitamente solcano il Garigliano, navigabile per poche miglia. Oppure, e questa sembra essere la tesi più avvalorata, potrebbe avere origine da alcune attività industriali non necessariamente operanti nella Provincia di Latina.

Nel Garigliano, infatti, affluiscono la maggior parte dei ruscelli, rivi e lagni creati per il prosciugamento dei territori agricoli, tra cui Rocca d’Evandro, Galluccio, Sessa Aurunca, Cellole Mondragone, Falciano del Massico, Carinola. Un rebus che le due Procure vogliono risolvere al più presto. Lo stesso Comune di Castelforte intende far luce sulla questione. Nella nota pervenuta, i cittadini si sono detti preoccupati circa l’impatto che l’inquinamento potrebbe avere sulla salute pubblica.

Per questo il sindaco Gianpiero Forte, su indicazione del presidente del consiglio Alessandro Testa e l’assessore esterno Antimo Casale, si sta attivando per richiedere ulteriori campionamenti delle acque nel tratto in cui il Garigliano attraversa il territorio comunale.
Osvaldo Marchese

La Provincia 31-03-2012

Ti è piaciuto questo articolo? Sostieni Minturnet con una DONAZIONE --> CLICCA QUI!



Segui Minturnet su Facebook e Twitter per essere sempre aggiornato


Iscriviti alla Newsletter gratuita. Clicca qui!

Usa Facebook per lasciare un commento a questo articolo

Share