• Home »
  • Attualità »
  • Distretto Turistico e Balneare “Golfo di Gaeta e Isole Ponziane”, firmato il Protocollo d’Intesa
Distretto Turistico e Balneare “Golfo di Gaeta e Isole Ponziane”, firmato il Protocollo d’Intesa

Distretto Turistico e Balneare “Golfo di Gaeta e Isole Ponziane”, firmato il Protocollo d’Intesa

Il Golfo di Gaeta

Il Golfo di Gaeta

Hanno colto al volo l’occasione offerta dalla Legge 106/2011 i Comuni del Golfo e delle Isole Ponziane e, su iniziativa del Comune di Gaeta, hanno costituito il Distretto Turistico e Balneare “Golfo di Gaeta e Isole Ponziane”.

Il Protocollo d’Intesa, che sancisce la nascita di questo importante strumento di rilancio e riqualificazione, su scala nazionale ed internazionale, del settore turistico del comprensorio, è stato siglato nei giorni scorsi, al Palazzo Comunale di Gaeta, dai rappresentanti dei seguenti Comuni: Gaeta, Formia, Mintruno, Itri, Castelforte, SS.Cosma e Damiano, Ponza, Ventotene; e dei seguenti Enti: Provincia di Latina, Camera di Commercio di Latina, Gruppo di Azione Costiera Mar Tirreno e Isole Ponziane, Consorzio per lo Sviluppo Industriale del Sud Pontino, Parco regionale Riviera di Ulisse, Parco Naturale dei Monti Aurunci, Casartigiani Latina, CNA Latina, Confartigianato Latina, Confcommercio Latina, Confesercenti Latina, Confindustria Latina, Federlazio Latina, Faita Lazio, Federalberghi Latina, Fipe Latina Fiba Latina, SibLatina, Assonautica Latina, ITS Fondazione Caboto.

“Sin dal primo momento – afferma il Sindaco Cosmo Mitrano – ho creduto fortemente nella possibilità di creare sinergia e fare gruppo con tutte le città e gli enti del comprensorio del Golfo di Gaeta, in particolare nell’ambito delle politiche volte a rivitalizzare, con vigore ed energia, l’economia dei nostri territori, strettamente legata al turismo, soprattutto balneare. L’istituzione del Distretto va in questa direzione e rende davvero concrete l’intesa e la collaborazione comprensoriali. Sono convinto che sia stata intrapresa la strada giusta, quella del Turismo integrato, per aiutare le nostre comunità a venir fuori dalla grave crisi congiunturale. Lavoreremo tutti insieme, spingendo sulla competitività delle nostre imprese, sulla qualità dei servizi, sulle scelte eco sostenibili, su iniziative di particolare capacità attrattiva, con un unico obiettivo: la riqualificazione ed il rilancio nazionale ed internazionale della nostra terra e del nostro mare”.

Tante sono, infatti, le opportunità garantite dal Distretto, previste dalla Legge, in termini di sviluppo delle aree e dei settori che vi fanno parte, di miglioramento dell’efficienza nell’organizzazione e nella produzione dei servizi, di garanzie e certezze giuridiche per le imprese che vi operano. Rilevanti le possibilità di investimento, accesso al credito, semplificazione e celerità nei rapporti con le pubbliche amministrazioni. La creazione del Distretto, inoltre, permette di non disperdere il lavoro sinora svolto ed il bagaglio di esperienze che i Comuni hanno maturato, in questi anni, sul fronte dello sviluppo integrato del Golfo di Gaeta. Mi riferisco alle importanti iniziative di politica comprensoriale quali il Master Plan Le Città del Golfo e Isole Pontine, ed il sistema turistico locale nell’area delle “Città del Golfo e delle Isole Pontine”. Notevoli sono poi i vantaggi per le imprese del settore turistico del Golfo. A tali imprese, costituite in rete attraverso il Distretto, si applicano per esempio le disposizioni agevolative in materia amministrativa, finanziaria e fiscale. I Distretti sono Zone a burocrazia zero. Nei Distretti sono attivati gli Sportelli Unici di Coordinamento delle attività delle Agenzie fiscali e dell’INPS. Presso tali sportelli le imprese del distretto intrattengono rapporti per la risoluzione di qualunque questione di competenza propria di tali enti e possono presentare richieste e istanze, anche rivolte a qualsiasi altra amministrazione statale, nonché ricevere i provvedimenti conclusivi dei relativi procedimenti.

II «Distretto», come si legge nel Protocollo siglato, ha lo scopo di:

Valorizzare l’offerta turistica complessiva del Distretto Turistico individuato in un’area che si estende dal Comune di Gaeta al Comune di Castelforte ivi comprese le Isole Ponziane denominata «Golfo di Gaeta e Isole Ponziane» con l’obiettivo di creare nuovi flussi turistici e stimolare, di conseguenza, una maggiore vitalità economica;
Creare nuove occasioni di intrattenimento in modo da favorire la destagionalizzazione dell’offerta turistica dell’area;
Potenziare le attività economiche del settore turistico e dell’Economia del Mare del «Distretto»;
Aumentare la competitività turistica territoriale dell’area attraverso l’interazione sinergica tra le risorse attrattive primarie (culturali, ambientali, termali, enogastronomiche, archeologiche), le infrastrutture che ne garantiscono la fruibilità ed il sistema delle imprese che erogano servizi di interesse turistico;
Valorizzazione dell’asse del fiume Garigliano come fascia costiera integrata al sistema Mare;
Valorizzare e potenziare lo sviluppo integrato dell’area Terme di Suio legata all’Economia del Mare;
Promuovere e realizzare progettualità legate alla programmazione europea;
Sostenere le attività ed i processi di aggregazione e integrazione tra le imprese turistiche nell’ambito della promo-commercializzazione del «Distretto» e dei suoi prodotti turistici;
Promuovere, sostenere e valorizzare la costituzione di reti di impresa;
Valorizzare e costituire «zone a burocrazia zero»;
Armonizzare e coordinare i diversi interventi intersettoriali ed infrastrutturali necessari alla qualificazione ed alla specializzazione dell’offerta turistica delle aree urbane, costiere ed interne del «Distretto»;
Gestire il marchio del «Distretto»;
Promuovere l’immagine unitaria e complessiva del «Distretto» presso i mercati nazionali ed internazionali;
Creare un portale web unitario del «Distretto»;
Svolgere attività editoriale curando direttamente ed indirettamente la pubblicazione e la diffusione del materiale di promozione turistica del «Distretto»;
Rilevare dati statici utili per la promozione e la commercializzazione dei prodotti del «Distretto» attraverso il Centro studi sul turismo della CCIAA di Latina;
Realizzare iniziative di marketing integrato;
Istituire una centrale unica di acquisto;
Predisporre la card del turista;
Redigere un programma pluriennale sullo sviluppo turistico del «Distretto» attraverso il quale si provveda al coordinamento delle strategie e delle azioni con gli attori territoriali coinvolti.

Ai fini della realizzazione dell’Accordo, i firmatari hanno concordato di costituire un organismo permanente di consultazione, denominato Struttura di Coordinamento del Distretto, finalizzato a promuovere e realizzare le azioni del «Distretto» , composto da un rappresentante per ogni soggetto stipulante.

Il Protocollo d’Intesa recepito dalle Giunte di ogni Comune partecipante, sarà immediatamente inviato agli organi governativi preposti, a conferma dell’adesione all’iniziativa introdotta dalla Legge 106/2011. Il 30 giugno prossimo scade, infatti, il termine entro il quale la delimitazione dei Distretti deve essere effettuata.

Ti è piaciuto questo articolo? Sostieni Minturnet con una DONAZIONE --> CLICCA QUI!



Segui Minturnet su Facebook e Twitter per essere sempre aggiornato


Iscriviti alla Newsletter gratuita. Clicca qui!

Usa Facebook per lasciare un commento a questo articolo

Share