Gerardo Stefanelli: “Estate al buio come questa amministrazione”

Gerardo Stefanelli: “Estate al buio come questa amministrazione”

Gerardo Stefanelli

Gerardo Stefanelli

“L’estate minturnese comincia con il buio. I lampioni del lungomare sono spenti e l’oscurità sembra aver offuscato anche la strada di questa amministrazione”. Lo dichiara il capogruppo di Minturno Cambia, Gerardo Stefanelli, che interviene sulla stagione estiva appena iniziata.

“È da quest’inverno – sottolinea l’esponente dell’opposizione consiliare – che le luci sul lungomare sono spente ed è vergognoso che ormai in piena estate un paese a vocazione turistica sia lasciato in uno stato pietoso, tra strade dissestate, rifiuti ed erba alta. Un buio che non fa vedere all’amministrazione quanto la città sia sporca e addirittura resta sorda alle numerose lamentele di cittadini e operatori economici.

Eppure la giunta ha avuto un intero anno per preparare l’estate. Sembra che non vi siano passione e competenze e si continua con il totale disinteresse per la zona balneare. Si percepisce un intento punitivo verso quelle aree dove non sono stati presi consensi. Siamo al paradosso: un paese che vive di turismo resta al buio e senza servizi. Via Marconi, nel pieno centro di Scauri, è rimasta al buio per quasi un mese e dopo tante lamentele dei residenti è tornata la luce ma l’amministrazione continua con il suo silenzio, senza spiegare alla cittadinanza quali siano i motivi. Dovrebbe chiedere scusa per il degrado in cui è piombata questa città. Cosa sta succedendo a questo paese?

Non c’è un’idea di programma, di sviluppo – conclude Gerardo Stefanelli – L’amministrazione comunale si assumesse le proprie responsabilità. Se il sindaco Paolo Graziano non ha più l’entusiasmo e la voglia di un tempo per amministrare questo paese allora si dimetta. Può darsi che questo suo gesto porti un po’ di luce”.

Ti è piaciuto questo articolo? Sostieni Minturnet con una DONAZIONE --> CLICCA QUI!



Segui Minturnet su Facebook e Twitter per essere sempre aggiornato


Iscriviti alla Newsletter gratuita. Clicca qui!

Usa Facebook per lasciare un commento a questo articolo

Share