VTM, situazione sempre più precaria. I lavoratori pronti a nuovo sciopero

VTM, situazione sempre più precaria. I lavoratori pronti a nuovo sciopero

Sciopero lavoratori VTM

Sciopero lavoratori VTM

È una situazione che va sempre più degenerando quella dello stabilimento VTM di Minturno. Il rischio è di essere sfrattati per insolvenza. A denunciarlo è Domenico Pensiero, rappresentante sindacale VTM e responsabile Ugl Minturno.

“Non c’è nessuno progetto di sviluppo per il futuro – spiega Pensiero – il fitto dell’immobile non è stato pagato, c’è un’ingiunzione di pagamento alla quale seguirà lo sfratto. Siamo molto preoccupati per tale situazione. La VTM continua a dare rassicurazione ma l’azienda continua a lavorare in stato di degrado, non investe in sicurezza. È stato evidenziato più volte nel 2011 e nel 2012 dai rappresentanti sindacali che l’azienda non era in sicurezza. L’incendio di dicembre scorso si poteva evitare, perché l’azienda era a conoscenza della situazione”.

A questo si aggiunge il timore che la VTM stia pensando a un “rimpasto”. Secondo indiscrezioni pare vi sia qualche vecchio imprenditore interessato a partecipare, magari per creare una nuova società, lasciando i debiti alla stessa VTM. “In tal caso – ribadisce Pensiero – se non ci sono progetti seri siamo disposti a fare una cooperativa per rilevare l’azienda e allo scopo i lavoratori tramite i loro rappresentanti stanno prendendo contatto con il curatore fallimentare sperando di trovare insieme una soluzione per un progetto imprenditoriale serio. Ci sembra, inoltre, molto strano che la VTM lamenti sempre di essere in crisi quando a Minturno una vera crisi lavorativa non c’è mai stata e si è sempre lavorato, con tanto di straordinari. Ci sono state anche assunzioni a tempo determinato. La cassa integrazione è stata aperta per un anno dal 2010 e non è ancora completata. Si continuano a fare gli straordinari, quindi vorremmo sapere i soldi di Minturno dove sono finiti, come sono stati spesi”.

E a proposito di soldi, i lavoratori lamentano il mancato saldo dello stipendio, avendo ricevuto al momento soltanto l’acconto del mensile di maggio, mentre i lavoratori della VTM di Torino “Vernimec” hanno ricevuto regolarmente l’intero stipendio. E il futuro sembra essere sempre più nero. “Rischiamo di perdere anche la commessa attuale della Magneti Marelli – spiega Domenico Pensiero – in quanto da indiscrezioni sembra che la VTM, vista come poco affidabile, potrebbe non partecipare alla commessa del nuovo Ducato, che entrerà in produzione all’inizio del 2014. Inoltre, in azienda vengono i fornitori che chiedono di essere pagati. Stando così le cose, riteniamo che l’investimento effettuato ad aprile scorso per il fitto del ramo d’azienda della Vernimec abbia danneggiato il gruppo”.

I lavoratori hanno chiesto aiuto anche al sindaco di Minturno, Paolo Graziano, il quale si è subito mostrato sensibile alle loro istanze ed ha inviato una lettera al curatore fallimentare sollecitandolo ad ascoltare i lavoratori di Minturno.

Infine, martedì prossimo seguirà l’assemblea dei lavoratori della VTM, durante la quale sarà analizzata la situazione attuale e verranno valutate azioni di protesta come lo stato di agitazione e lo sciopero ad oltranza non escludendo l’occupazione del sito.
Giuseppe Mallozzi

Ti è piaciuto questo articolo? Sostieni Minturnet con una DONAZIONE --> CLICCA QUI!



Segui Minturnet su Facebook e Twitter per essere sempre aggiornato


Iscriviti alla Newsletter gratuita. Clicca qui!

Usa Facebook per lasciare un commento a questo articolo

Share