Toponomastica e Ismef, istituite due commissioni

Toponomastica e Ismef, istituite due commissioni

Il Comune di Minturno

Il Comune di Minturno

Due nuove commissioni per monitorare la toponomastica e l’Ismef. Nei giorni scorsi sono stati istituiti i nuovi organi di controllo, che saranno gestiti equamente tra maggioranza e opposizione.

In particolare, la commissione toponomastica, che si occuperà di rivedere l’intitolazione delle strade comunali e di rivedere il progetto criticato da buona parte della cittadinanza, si è insediata immediatamente. Ne fanno parte per la maggioranza i consiglieri Mino Bembo e Filippo Corrente, per l’opposizione Mimma Nuzzo e Giuseppe Tomao. Sarà inoltre composta dai dipendenti comunali Carmine Violo, Lucia Gallucci e Antonio Lepone, i quali negli anni passati si sono occupati della redazione del progetto.

Per quanto riguarda la commissione Ismef, sarà costituito un comitato di controllo, come previsto dalla convenzione stipulata con il Comune di Minturno. La nuova commissione prevede la presenza di un esponente della maggioranza e uno dell’opposizione, ancora da stabilire, e inoltre il sindaco e due responsabili dell’Istituto Mediterraneo di Formazione per le Professionalità Nautiche.

Una commissione fortemente voluta dal capogruppo di Minturno Cambia, Gerardo Stefanelli, il quale ha sollevato la questione qualche settimana fa sottolineando che “è quanto mai opportuno adoperarsi per attivarla, dal momento che lo scorso settembre l’Ismef ha richiesto una revisione della convenzione perché l’Università di Cassino non si occuperà più della progettazione, condizione necessaria per la regolarità della convenzione stessa”.

Tra l’altro, il 31 dicembre è il termine ultimo per la presentazione del progetto di riqualificazione dell’ex Sieci, superato il quale i finanziamenti previsti non saranno più concessi.
Giuseppe Mallozzi

Ti è piaciuto questo articolo? Sostieni Minturnet con una DONAZIONE --> CLICCA QUI!



Segui Minturnet su Facebook e Twitter per essere sempre aggiornato


Iscriviti alla Newsletter gratuita. Clicca qui!

Usa Facebook per lasciare un commento a questo articolo

Share