Servizio di salvamento, 38mila euro per l’affidamento

Servizio di salvamento, 38mila euro per l’affidamento

Spiaggia di Scauri

Spiaggia di Scauri

Ammonta a 38mila euro la spesa relativa al servizio di salvataggio e assistenza bagnanti sulle spiagge libere. E’ quanto deciso dalla giunta comunale di Minturno nella delibera 169 del 27 giugno 2013 (disponibile in download alla fine dell’articolo). La proposta di provvedere alla sicurezza sull’arenile e a tutti i servizi, si legge nel documento, proviene dal consigliere Vincenzo Fedele, con delega al demanio.

Un atto comunque obbligato in quanto dal 2001 la Regione Lazio impegna le amministrazioni comunali a provvedere a che le spiagge libere debbano essere organizzate in modo da garantire al pubblico quel minimo di servizi generali indispensabili per la tutela dell’igiene e dell’incolumità pubblica quali pulizia dell’arenile, servizi igienici, di facile rimozione, postazione di salvataggio a mare, postazione di primo soccorso, manutenzione ordinaria dei cartelli monitori di eventuali situazioni di pericolo, assistenza a terra per il razionale posizionamento degli ombrelloni.

Inoltre, il Comune deve farsi carico di assicurare sulle spiagge libere servizi di assistenza, servizi igienici comprensivi di un modulo accessibile alle persone diversamente abili, servizi di pulizia e di salvataggio, nonché la realizzazione di un percorso perpendicolare alla battigia per consentire la fruizione dell’arenile da parte delle persone diversamente abili. Nel Pua adottato dal commissario prefettizio lo scorso anno e recentemente dal consiglio comunale in tutto sono state individuate 17 spiagge attrezzate. Nella delibera si legge, inoltre, che la spesa, necessaria ad assicurare i richiesti servizi su tutte le spiagge libere attrezzate di competenza comunale, è ingente e che l’amministrazione non è tecnicamente organizzata per fornire i suddetti servizi. A questo si aggiungono le scarse risorse economiche.

Per la stagione balneare 2013 l’amministrazione ha deciso di assicurare il servizio di assistenza e salvataggio sulle spiagge libere attrezzate dove si registra la maggiore affluenza di pubblico e che sono adiacenti al chiosco “Baia d’Argento”, al chioscho “Della Vittoria”, al chiosco “Pippetto”, e le spiagge tra il lido “La Siesta” e il Lido “Medusa” e tra il Lido “Oriente” e il Lido “La Tintarella”.

Tale servizio, come già detto, ha un costo di 38mila euro, mentre nel pertinente capitolo di spesa è stata stanziata la somma di 15mila euro, sotto la voce “Sorveglianza spiagge libere”. In fase di predisposizione del bilancio del corrente anno l’amministrazione dovrà, quindi, provvedere a rimpinguare il pertinente capitolo di spesa della somma necessaria ad assicurare i suddetti servizi. Sarà quindi bandito un avviso pubblico per l’affidamento del servizio, obbligatorio vista la somma oltre i 20mila euro che non permette affidamenti diretti.

Certo che l’ammontare di 38mila euro appare quanto mai elevato, oltretutto più del doppio rispetto alla somma stanziata lo scorso anno. E fa sorridere leggere nella delibera le “scarse risorse economiche disponibili” del Comune di Minturno. Fermo restando la tempestività della delibera, dato che il bando sarà pubblicato a stagione estiva già iniziata.

L’anno scorso il servizio di salvamento scatenò diverse polemiche sollevate dall’opposizione sia per la spesa, 15mila euro, quando in passato veniva svolto in maniera gratuita, sia per l’affidamento diretto ad una cooperativa appena costituita, la Escara, vicina all’amministrazione comunale, in quanto figurava come amministratore unico Gabriele Caruso, che poi è stato insignito della delega alle problematiche relative alla Centrale Nucleare del Garigliano. Anzi, è di queste ore la notizia delle sue dimissioni, proprio in concomitanza con la delibera approvata dalla giunta. Una semplice casualità?
Giuseppe Mallozzi

DOWNLOAD: Delibera GC 169

Ti è piaciuto questo articolo? Sostieni Minturnet con una DONAZIONE --> CLICCA QUI!



Segui Minturnet su Facebook e Twitter per essere sempre aggiornato


Iscriviti alla Newsletter gratuita. Clicca qui!

Usa Facebook per lasciare un commento a questo articolo

Share