• Home »
  • Cronaca »
  • Rinforzi al personale con gli interinali, la Corte dei Conti condanna anche l’Ingegnere Anacleto Fini
Rinforzi al personale con gli interinali, la Corte dei Conti condanna anche l’Ingegnere Anacleto Fini

Rinforzi al personale con gli interinali, la Corte dei Conti condanna anche l’Ingegnere Anacleto Fini

Il Comune di Minturno

Il Comune di Minturno

Seconda condanna per il ricorso al lavoro interinale da parte del comune di Minturno, ovvero a personale esterno per mandare avanti alcune attività dell’ente. Dopo che Carmine Violo, nella veste di responsabile comunale del servizio lavori pubblici, è stato condannato a risarcire quasi 37mila euro, la Corte dei Conti del Lazio ha ora condannato l’ingegner Anacleto Fini, dirigente del settore tecnico, a pagare 12mila euro.

Nel mirino sempre il ricorso agli interinali, tramite un contratto con la società “Gevi”, nonostante l’ente avesse già a disposizione numerosi operai. Per la Guardia di Finanza di Fondi, chiamata dalla Procura di Latina a indagare sulla vicenda nell’ambito di un’inchiesta per abuso d’ufficio, il ricorso fatto nel 2008 a dieci interinali da parte dell’ingegner Fini fu uno sperpero di denaro pubblico.

Una tesi fatta propria, dopo aver ricevuto apposita informativa dagli inquirenti contabili. Il Comune spese per tale scelta 54.428 euro quando, per fare manutenzione stradale, spazi pubblici e immobili comunali, aveva già 41 lavoratori a disposizione. Fini è stato chiamato a risarcire quella somma.

Per i giudici, esaminato a fondo il caso, “emerge un certo disinteresse da parte del convenuto circa una ricognizione dei mezzi a disposizione per l’attività che era chiamato a svolgere”. Tenendo però conto anche dei vantaggi ottenuti dal Comune con il lavoro degli interinali, all’ingegnere i giudizi hanno fatto lo sconto e lo hanno condannato a risarcire solo 12mila euro.

Fonte: La Provincia

Ti è piaciuto questo articolo? Sostieni Minturnet con una DONAZIONE --> CLICCA QUI!



Segui Minturnet su Facebook e Twitter per essere sempre aggiornato


Iscriviti alla Newsletter gratuita. Clicca qui!

Usa Facebook per lasciare un commento a questo articolo

Share