La scia di schiuma arriva puntuale nel mare di Scauri

La scia di schiuma arriva puntuale nel mare di Scauri

La schiuma arriva puntuale. Tra le 10 e le 11 del mattino. Chi fa il bagno a Scauri sa bene quando entrare in acqua e quando uscire. Ormai i bagnanti ci sono abituati. Alcuni nemmeno si lamentano più, scoraggiati dall’impotenza verso qualcosa che non possono combattere. Un fenomeno – di cui abbiamo già parlato su Minturnet – che gli organi preposti non sono riusciti a risolvere né a capire quali siano le cause. Alcuni dicono che sia dovuto all’eutrofizzazione, ovvero al poco ossigeno dell’acqua che comporterebbe anche la moria di cefali, altri al fiume Garigliano, altri ancora agli impianti di itticoltura di Gaeta. Tante le ipotesi ma poche le certezze. Anzi, l’unica è quella dell’orario: sempre di mattina e sempre tra le 10 e le 11. Un nostro lettore, Stefano Camerota, ha voluto documentare con fotografie ravvicinate questo strano fenomeno: “Sono andato a fare un giro con la canoa verso Gianola, sapendo ovviamente che la scia arriva dalle 10 alle 11, e quindi mi sono munito del cellulare in modo tale che se avessi incontrato tale scia avrei fatto delle foto. Arrivato dietro lo Scoglio Spartuto ho cominciato ad intravedere la scia che continuava fino alla fine dell’Oasi Blu”. E le foto scattate da Stefano non lasciano dubbi: la schiuma esiste e giunge precisa tutti i giorni, compromettendo l’immagine del mare di Scauri.

PHOTOGALLERY
Foto di Stefano Camerota

Ti è piaciuto questo articolo? Sostieni Minturnet con una DONAZIONE --> CLICCA QUI!



Segui Minturnet su Facebook e Twitter per essere sempre aggiornato


Iscriviti alla Newsletter gratuita. Clicca qui!

Usa Facebook per lasciare un commento a questo articolo

Share