Ex LSU, la Regione Lazio dà garanzie

Ex LSU, la Regione Lazio dà garanzie

riunione-lsuLa situazione degli ex LSU di Minturno è stata al centro dell’assemblea dei dipendenti comunali di Minturno tenutasi questa mattina in sala consiliare. A illustrare l’incontro tenuto ieri alla Regione Lazio con gli organi istituzionali dell’Assessorato del Lavoro è stato Ermanno Schioppa. Secondo quando appreso alla Pisana, su 144 Comuni laziali che versano nella medesima situazione di Minturno soltanto 120 hanno inviato i nomi di tutti gli ex lavoratori socialmente utili. Molti di questi enti hanno sforato il patto di stabilità per garantire la regolare erogazione degli stipendi. Per gli ex LSU il solo Comune di Minturno, per esempio, ha anticipato in questi due anni 930mila euro, rispettando comunque il patto di stabilità.

Inoltre, la Regione vuole vederci chiaro sulla stabilizzazione in quanto si sono verificati episodi in cui sono state infilate persone che non avevano diritto (non è il caso di Minturno). Sono in corso le indagini della Corte dei Conti per valutare gli enti in regola.

Entro dieci giorni dovrà essere costituito un tavolo istituzionale per discutere le questioni più urgenti. All’incontro di ieri mattina era presente anche il sindaco Paolo Graziano che ha lodato il lavoro degli ex LSU, essenziali per il normale svolgimento delle attività del Comune di Minturno. Il primo cittadino ha palesato i problemi in cui verserebbe l’ente a causa dell’anticipo di 930mila euro finora versato. Il rischio, infatti, è quello del dissesto finanziario. Se la Pisana non provvederà quanto prima a versare almeno un anticipo di quella cifra l’amministrazione sarà costretta a sospendere i lavoratori, oltre al fatto che non si può approvare il bilancio di previsione. Dall’Assessorato al Lavoro gli è stato consigliato di non farlo. Insomma, una brutta situazione verso la quale la Regione sembra essersi dimostrata sensibile. È stata avanzata anche la proposta di dare incentivi per andare in pensione o per aprire un’attività commerciale.

Nel suo intervento, infine, Ciro Pignalosa (Cgil) ha denunciato il fatto che in Regione la rendicontazione riguardante la situazione degli ex LSU è stata inviata con notevole ritardo rispetto alle scadenze, ipotizzando che potrebbe essere questa la ragione per cui non è stato erogato il contributo regionale, così come invece è avvenuto per diversi Comuni del frosinate. Pignalosa ha anche informato l’assemblea che ad oggi non sono stati ancora firmati i mandati di pagamento degli stipendi per i soli lavoratori socialmente utili, che rischiano quindi di non ricevere lo stipendio di luglio. In tal caso gli ex LSU sono pronti a far causa al Comune di Minturno.
Giuseppe Mallozzi

Ti è piaciuto questo articolo? Sostieni Minturnet con una DONAZIONE --> CLICCA QUI!



Segui Minturnet su Facebook e Twitter per essere sempre aggiornato


Iscriviti alla Newsletter gratuita. Clicca qui!

Usa Facebook per lasciare un commento a questo articolo

Share