Eventi e soldi pubblici, una questione di scelte e priorità

Eventi e soldi pubblici, una questione di scelte e priorità

L'ex Sieci

L’ex Sieci

Dopo tanta attesa l’amministrazione comunale ha finalmente pubblicato il calendario degli eventi estivi. Apprendiamo che il cartellone di “Sieci Eventi” comincerà il 10 agosto fino al 22 agosto. Dodici giorni appena e con un inizio in estate inoltrata. Insomma, per la serie: “La montagna ha partorito il topolino”. Tanta attesa per un calendario molto breve, seppur con nomi importanti come Simone Schettino, Biagio Izzo o i comici di Made In Sud. Punti di vista, ovviamente.

Nella delibera di giunta comunale 192 del 18 luglio 2013 apprendiamo che “è necessario programmare un intervento urgente per adeguare e rendere più accogliente” lo spazio dell’area Sieci. L’organizzazione dell’evento è possibile grazie principalmente al finanziamento di 21mila euro, concesso dalla Regione Lazio, da integrare con la somma di 6mila euro, a carico del Comune di Minturno. L’intero importo di 27mila euro sarà inserito nel prossimo Bilancio di Previsione 2013, per coprire anticipatamente le spese della manifestazione. La somma riguarda la copertura di prestazioni di servizio (pari a 20.400 euro), acquisto di beni (2.800 euro) e contributi (3.800 euro).

Per l’organizzazione nell’area Sieci di Scauri degli spettacoli teatrali e musicali il Comune di Minturno si avvarrà della collaborazione di agenzie, compagnie, associazioni e professionisti esterni, con conseguente alleggerimento di costi e rischi che altrimenti graverebbero sull’ente. Per l’allestimento del cartellone sono state valutate tutte le proposte pervenute durante l’anno al palazzo comunale.

E’ stato organizzato un gruppo di lavoro per l’organizzazione della manifestazione, formato da 8 unità tutte in organico al Comune di Minturno, tra impiegati e operai, che svolgeranno lavoro straordinario per 500 ore complessive. Quindi oltre ai 27mila euro menzionati in delibera, saranno da pagare anche gli straordinari dei dipendenti comunali. Che si vanno a sommare agli 8.470 euro per l’organizzazione di Miss Italia, evento fissato per il 28 luglio. Per Miss Italia, infatti, l’amministrazione comunale ha deciso di concedere non solo il patrocinio e il suolo pubblico, ovvero Piazza Portanova, dove si svolgerà la manifestazione, ma anche un contributo forfettario, a titolo di rimborso spese, di 8.470 euro richiesto dalla Delta Events di Roma per l’allestimento dello spettacolo. Soldi che dovranno essere previsti in bilancio e non provenienti da fondi regionali.

Insomma, facendo rapidi calcoli il totale supera i 40mila euro, di cui oltre la metà sono soldi provenienti dalla casse comunali. Per soli 13 giorni di eventi. Una somma giustificata? In molti stanno criticando questa scelta (vedi il Comitato “Fuori La Voce” e parte dell’opposizione consiliare), riflettendo sul fatto che non si sono potuti trovare quattromila euro per il palco del Teatro Romano di Minturnae, che comunque si sarebbe potuto riutilizzare negli anni futuri. Quindi una spesa fatta una volta sola, invece di spendere altri fondi per l’allestimento di un palco alle Sieci, che verrà smantellato dopo nemmeno due settimane di utilizzo. Una questione di scelte e di priorità, certo, però forse sarebbe l’ora di finirla con la storia che “le casse comunali piangono”, perché piangono anche i cittadini.
Giuseppe Mallozzi

DOWNLOAD: Delibera GC 192

 

Ti è piaciuto questo articolo? Sostieni Minturnet con una DONAZIONE --> CLICCA QUI!



Segui Minturnet su Facebook e Twitter per essere sempre aggiornato


Iscriviti alla Newsletter gratuita. Clicca qui!

Usa Facebook per lasciare un commento a questo articolo

Share