Una storia da fantapolitica?

Una storia da fantapolitica?

Il Comune di Minturno

Il Comune di Minturno

Nel mio precedente articolo “Cade l’amministrazione Graziano. Fantapolitica?” riporto una teoria su quanto potrebbe accadere, dopo l’estate, nella maggioranza: “Un’altra novità, invece, potrebbe essere quella di vedere, magari subito dopo l’estate, un cambio nelle fila della maggioranza, dove una parte dell’opposizione possa prendersi il posto di qualcuno che attualmente ricopre un ruolo significativo, ma che non godrebbe di buona fiducia del resto del gruppo. Questo passaggio vedrebbe due esponenti d’opposizione, facenti parte dello stesso gruppo, appoggiare l’amministrazione, in cambio di un assessorato, che sarebbe ceduto a uno dei non eletti, o a uno dei due consiglieri, per dare spazio al non eletto. Questo nuovo gruppo, assessore e due consiglieri, potrebbe spostarsi anche in ambito politico, sotto un altro simbolo, che alle ultime regionali era rappresentato da un ex sindaco locale”.

Questa tesi non sembrerebbe così campata in aria come riporterebbero insistenti voci di palazzo. Ricordiamoci che, solo qualche mese fa, è stato organizzato un incontro intitolato “Dopo la politica, occupiamoci delle politiche, per un nuovo centrodestra” sul quale ho scritto la notizia “Passaggio in maggioranza?”. Forse questa scelta, se autentica, non sarebbe dettata da una condizione locale della politica, ma troverebbe risposta nell’ambito della politica provinciale.

Se quanto ipotizzato dovesse concretizzarsi, la maggioranza attuale subirebbe un vero e proprio ridimensionamento, con qualche spaccatura, poiché come suggeritomi da un amico, attualmente vi sarebbero “troppi mal di pancia” e questa novità non sarebbe facile da digerire per qualcuno. Fatto sta che i mal di pancia tra i cittadini crescono a dismisura, e questa “medicina” potrebbe aumentare il numero di persone con dolori allo stomaco. In particolare gli elettori di Graziano si aspettano un cambio di rotta e qualche concreta iniziativa, e non credo possano gradire questa scelta.

A suffragare quanto da me riportato, forse ci sarebbe la scelta di rinunciare all’indennità di carica da vicesindaco di Galasso. Il quale probabilmente con questa iniziativa sta cercando di impedire un cambio in giunta, o al contrario, giustificare ciò, come una sua scelta, perché come dichiarato, per questioni personali, non riesce ad essere sempre presente in giunta. Ripeto, forse tutto quanto esposto è frutto solo della mia immaginazione o un sogno, ma come si dice, a volte i sogni raccontano la realtà!
Osservatore Minturno

Ti è piaciuto questo articolo? Sostieni Minturnet con una DONAZIONE --> CLICCA QUI!



Segui Minturnet su Facebook e Twitter per essere sempre aggiornato


Iscriviti alla Newsletter gratuita. Clicca qui!

Usa Facebook per lasciare un commento a questo articolo

Share