Sel Minturno: “Storie di rifiuti, condanne e cattiva politica”

Sel Minturno: “Storie di rifiuti, condanne e cattiva politica”

Bandiere di Sel

Bandiere di Sel

Il rapporto che una Comunità ha con i propri rifiuti, quanti ne produce, di che tipologia, come li smaltisce e come li ricicla, racconta molte cose di quella Comunità. Da noi racconta di pesantissime condanne penali in primo grado, ai massimi livelli tecnici e soprattutto politici, delle persone che dovevano gestirli. Non ci stupiscono queste condanne perché basta guardare come è stato svolto per lustri il servizio di raccolta e smaltimento per farsi un’idea, a meno di non fare come gli struzzi e nascondere la testa sotto i rifiuti. Ma non ce ne compiacciamo. Sono un’ulteriore sfregio alla nostra Città e non risolveranno il problema. Non entreremo nel merito della nota sentenza anche perché le motivazioni, di difficile stesura, verranno presentate tra una dozzina di settimane. Quello che appare incredibile, inconcepibile, eppure è successo, è la mancata costituzione di Parte Civile del Comune di Minturno nel processo che ha prodotto dette condanne. Mancata costituzione che ha suscitato lo sconcerto, tra gli altri, anche del Pubblico Ministero e che dimostra che coloro che governano, a dir poco in maniera maldestra, altro non sono che gli epigoni, che speriamo ultimi, di una consorteria di potere che tanto danno ha fatto al nostro comune e che ci auguriamo non abbia il fegato di ripresentarsi alle prossime elezioni consentendo il radicale cambiamento nella gestione e nell’amministrazione comunale, la sola cosa che può costituire una speranza di futuro per il nostro territorio.
Circolo SEL “Antonio Gramsci” di Minturno

Ti è piaciuto questo articolo? Sostieni Minturnet con una DONAZIONE --> CLICCA QUI!



Segui Minturnet su Facebook e Twitter per essere sempre aggiornato


Iscriviti alla Newsletter gratuita. Clicca qui!

Usa Facebook per lasciare un commento a questo articolo

Share