• Home »
  • Cronaca »
  • Incendio al Comune di Minturno, ignoti danno fuoco alla sala consiliare
Incendio al Comune di Minturno, ignoti danno fuoco alla sala consiliare

Incendio al Comune di Minturno, ignoti danno fuoco alla sala consiliare

Caos questa mattina al Comune di Minturno. Intorno alle 9,30 ignoti si sono introdotti nel palazzo comunale muniti di liquido infiammabile e hanno dato fuoco alle sedie all’entrata dell’ufficio protocollo e al pavimento della sala consiliare, dove si trovano le sedie della maggioranza. Sul posto sono intervenuti i vigili urbani di Minturno, che hanno allertato i carabinieri. Il Tenente Luciano Conza ha effettuato i primi rilievi informando gli uomini dell’Arma dell’accaduto. Il primo incendio, quello nei pressi dell’ufficio protocollo, è stato spento quasi subito, grazie all’intervento degli impiegati comunali che hanno avvertito un odore acre di bruciato. In sala consiliare, invece, ad accorgersi di quanto stava avvenendo è stato il dipendente Vincenzo Conte, di stanza nell’ufficio cimitero adiacente proprio alla sala, che ha subito avvertito i vigili del fuoco di Gaeta. Lo stesso Conte ha spento con i piedi le fiamme, che comunque si sono quasi subito affievolite. I carabinieri di Minturno ha preso le testimonianze, anche se nessuno ha visto l’autore dell’insano gesto. Nell’aula consiliare, il piromane ha lasciato una bottiglietta di plastica, contenente ancora del liquido infiammabile, verosimilmente gasolio. I vigili del fuoco hanno effettuato una bonifica delle parti bruciata. Vi sono dei sospetti su un operaio che ha ricevuto delle borse lavoro, che questa mattina presso gli uffici dei servizi sociali aveva richiesto di lavorare per tre mesi anziché uno soltanto, minacciando di darsi fuoco. Gli uomini dell’Arma hanno avviato le indagini. AGGIORNAMENTO
Giuseppe Mallozzi

Ti è piaciuto questo articolo? Sostieni Minturnet con una DONAZIONE --> CLICCA QUI!



Segui Minturnet su Facebook e Twitter per essere sempre aggiornato


Iscriviti alla Newsletter gratuita. Clicca qui!

Usa Facebook per lasciare un commento a questo articolo

Share