• Home »
  • Politica »
  • Gestione integrata dei rifiuti nel golfo di Gaeta, la proposta dell’Assessore Gerardo Stefanelli
Gestione integrata dei rifiuti nel golfo di Gaeta, la proposta dell’Assessore Gerardo Stefanelli

Gestione integrata dei rifiuti nel golfo di Gaeta, la proposta dell’Assessore Gerardo Stefanelli

conferenza-stefanelliUna gestione della raccolta e smaltimento dei rifiuti solidi urbani integrata tra i Comuni del Golfo di Gaeta partendo dalle infrastrutture. È la proposta lanciata questa mattina, durante una conferenza stampa, dall’Assessore all’Ambiente della Provincia di Latina Gerardo Stefanelli, al di là degli steccati politici e dei campanilismi. L’amministratore parte dall’analisi della realtà locale, in particolare dalla disomogeneità delle percentuali della raccolta differenziata dei singoli Comuni.

“Vi sono centri piccoli, come Castelforte, dove la differenziata supera il 40%, mentre i più grandi sono sotto il 30%, vedi Minturno che addirittura è al 5% o Gaeta intorno al 10%, mentre Formia è già al 35%. Siamo molto indietro e questo è dovuto anche per le gestioni diverse”. Per raggiungere il risultato di un unico appalto, secondo i canoni dell’Ue, ha spiegato Stefanelli, è necessario almeno un anno e mezzo: sei mesi per lo studio del territorio, analisi economica, approvazione delle linee guida, poi 60 giorni di pubblicazione del bando a evidenza pubblica, altri 45 giorni per eventuali ricorsi, altri sei mesi per l’esame delle offerte e così via. Chiaramente se non ci sono intoppi. Un lasso di tempo ampio, nel corso del quale – sostiene l’assessore provinciale – bisognerà prima partire con le infrastrutture, che il golfo di Gaeta non possiede ancora.

Nel nostro comprensorio sono necessarie due stazioni di stoccaggio per il differenziato (i cosiddetti Ecocentri), aree disponibili solo per gli operatori, mentre per il pubblico si dovrebbero realizzare delle isole ecologiche. Inoltre, sono necessarie almeno due stazioni di stoccaggio per l’indifferenziato. Al momento esiste a Castelforte l’impianto del CSA – Centro Servizi Ambientali, che gestisce circa 40mila tonnellate nel suo impianto di trattamento meccanico, chiaramente insufficiente per tutte le città del sud pontino. Si dovrà quindi provvedere a sopperire a questa carenza, anche perché le normative regionali dicono che lo stoccaggio dei rifiuti attiene ai Comuni, mentre il loro trattamento ai privati.

Come arrivare ad una gestione unica nel golfo? “A ottobre – risponde Stefanelli – sarà pubblicato un bando dalla Provincia di Latina di 12 milioni di euro. Se davvero i Comuni del sud pontino vogliono andare oltre la demagogia, potrebbero consorziarsi e partecipare al bando, arrivando ad aggiudicarsi una buona parte di finanziamenti pubblici, circa il 30%. Si pensa a creare un unico appalto per la raccolta unificata ma senza prima fare un percorso di armonizzazione delle varie percentuali di differenziata dei Comuni e soprattutto senza creare le infrastrutture necessarie a supportare la raccolta stessa. Per questo propongo un consiglio comunale unico, magari al Coni, dove ogni consigliere può parlare e dire la sua, lasciando da parte le appartenenze politiche e di territorio”.

L’idea di Stefanelli è quella di un percorso di cinque anni, a tappe ben precise: si parte prima con uno studio del territorio, poi realizzare le infrastrutture e nel frattempo equiparare tutte le percentuali di raccolta differenziata dei Comuni del sud pontino e approdare a un bando unico.

“Come assessore all’ambiente do la mia piena disponibilità. Ricordo, inoltre, che c’è un piano rifiuti provinciale, che potrebbe essere benissimo utilizzato e integrato per le esigente del golfo di Gaeta. Lancio dunque un appello ai sindaci: se vogliono davvero lavorare per questo scopo è ora il momento di farlo, perché ci sono le risorse economiche. Basta con le chiacchiere: invito i sindaci che si sono dimostrati sensibili a questo tema a partire con metodo e programmazione, altrimenti si sprecheranno contributi degli enti superiori”.
Giuseppe Mallozzi

VIDEO
Intervista di Sandro Gionti

Immagine anteprima YouTube Ti è piaciuto questo articolo? Sostieni Minturnet con una DONAZIONE --> CLICCA QUI!



Segui Minturnet su Facebook e Twitter per essere sempre aggiornato


Iscriviti alla Newsletter gratuita. Clicca qui!

Usa Facebook per lasciare un commento a questo articolo

Share