Serate di Nomadelfia a Scauri

Serate di Nomadelfia a Scauri

nomadelfiaSabato 3 agosto e domenica 4 agosto alle ore 21:30, in piazzale Sieci sul Lungomare di Scauri, col Patrocinio del Comune di Minturno, si svolgerà una “Serata di Nomadelfia”. Le “Serate di Nomadelfia” sono un modo originale e coinvolgente con cui Nomadelfia si fa conoscere attraverso danze e figurazioni acrobatiche eseguite dai suoi giovani, un video che ne descrive la vita e la storia e un messaggio di fraternità proposto dal vivo.

Ma è soprattutto il clima di amicizia e l’attrazione di un mondo libero e pulito che tutti sogniamo che conferisce alle Serate un fascino che a distanza di 40 anni non si è appannato e che continua, dopo oltre mille repliche, a riempire le piazze.
E’ una testimonianza vivente che occhi attenti sanno riconoscere in tutti i loro gesti anche quando allestiscono gli impianti, e quando, al termine dello spettacolo, in circa un’ora, lavorando insieme, smontano, caricano tutto sui camion, puliscono la piazza.

Nate nel 1966 su proposta di don Zeno le Serate hanno avuto più di 1.000 repliche sulle piazze di tutta Italia ed anche all’estero. Ampiamente superato il milione di spettatori. Il 12 agosto 1980 a Castelgandolfo è stata presentata una Serata al Papa Giovanni Paolo II. Nel marzo 1999 a Grosseto vi assistette l’allora Presidente della Repubblica Oscar Luigi Scalfaro.

Le danze sono tratte dal folklore di tutto il mondo.
– 140 persone in tutto, di cui 100 ballerini da 6 anni a 21 anni ( preparati da una maestra-coreografa professionista)
– Per il montaggio degli impianti sono divisi in squadre, ognuna con proprie mansioni: pubblicità, pubbliche relazioni, addetti al palco, all’impianto sonoro ed elettrico, alle sedie, ai costumi, alla stampa, alle riprese video, alle pulizie della piazza.
– 3 pullman, 6 autotreni ed altri 11 mezzi per il trasporto di persone e attrezzature.
Palco di 16 m. x 10 m. – 800 sedie – gruppo elettrogeno – impianto elettrico e sonoro con automezzo regia. Oltre 500 costumi originali confezionati .
– Non si tratta solo di uno sforzo organizzativo, ma di una testimonianza di fraternità e di unità che la gente può cogliere al di là di ciò che fa spettacolo.
– Alla fine della Serata si distribuiscono le pubblicazioni di Nomadelfia.

Chi lascia l’indirizzo riceverà il periodico “Nomadelfia è una proposta”.

L’ingresso è libero per permettere la partecipazione di tutti.

Ti è piaciuto questo articolo? Sostieni Minturnet con una DONAZIONE --> CLICCA QUI!



Segui Minturnet su Facebook e Twitter per essere sempre aggiornato


Iscriviti alla Newsletter gratuita. Clicca qui!

Usa Facebook per lasciare un commento a questo articolo

Share