• Home »
  • Politica »
  • Minturno invasa dai rifiuti, l’assessore Lepone: “Chiediamo più collaborazione ai cittadini”
Minturno invasa dai rifiuti, l’assessore Lepone: “Chiediamo più collaborazione ai cittadini”

Minturno invasa dai rifiuti, l’assessore Lepone: “Chiediamo più collaborazione ai cittadini”

Rifiuti in Via Pietro Fedele - foto di Angelo Viglianti

Rifiuti in Via Pietro Fedele – foto di Angelo Viglianti

Non siamo ancora in vera e propria emergenza, come accaduto in passato, ma i segnali non sono di certo incoraggianti. Sui marciapiedi della Via Appia, in particolare nel centro di Scauri, in varie aree periferiche, e in altre strade più centrali del Comune di Minturno i cassonetti sono stracolmi e molti dei rifiuti vengono abbandonati a terra, con il conseguente brutto spettacolo che danneggia l’immagine turistica della città. E c’è davvero di tutto: dal cartone alla plastica, fino a resti di cibo che con il caldo generano un cattivo odore che si sparge per il circondario. I cassonetti e le campane, quelle di proprietà della Ego Eco poste sotto sequestro dalla Procura di Latina e ancora non rimosse del tutto, non bastano più per contenere la spazzatura e i turisti lasciano le proprie buste dove capita.

Rifiuti in zona Bacile - foto di Delia Mucciante

Rifiuti in zona Bacile – foto di Delia Mucciante

I sigilli del sequestro sono stati strappati, incuranti dell’ordinanza. Ma non c’è solo spazzatura: molti gli ingombranti abbandonati, come frigoriferi, divani e ogni altro tipo di arredo di un’abitazione, inerti e materiale vario di risulta. La raccolta differenziata, inutile dirlo, non esiste, perché i rifiuti vengono conferiti in maniera disordinata, miscelati. A questo si aggiunge il problema dei gatti randagi che invadono i posti dove maggiormente si concentra il fenomeno. E il grande caldo di questi giorni certo non aiuta. Miasmi si spandono per le aree circostanti. Nonostante l’ordinanza emessa dal sindaco Paolo Graziano, che intima il conferimento dei rifiuti dalle 20 alle 6 del mattino seguente, e i numerosi controlli che stanno effettuando quotidianamente i vigili urbani, che hanno anche elevato multe ai trasgressori, sembra proprio che questo triste fenomeno persista.

In questi giorni prosegue la rimozione delle campane poste sotto sequestro dalla Procura di Latina e la relativa sostituzione con i cassonetti della nuova ditta, l’ASA di Latina. La procedura dovrebbe completarsi domani mattina e nei prossimi giorni i tecnici dell’Arpa Lazio effettueranno la caratterizzazione dei rifiuti prelevati dalle campane sequestrate.

Roberto Lepone

Roberto Lepone

“Registriamo il non rispetto dell’ordinanza – interviene l’assessore all’ambiente Roberto Lepone – e così i nuovi bidoni per la carta, la plastica e il vetro continuano ad essere riempiti con rifiuti indifferenziati, che ci costringe a non poter conferire correttamente in discarica. Purtroppo, la raccolta viene inficiata da tali comportamenti incivili. Io e il sindaco stiamo girando per le strade e abbiamo segnalato ai vigili urbani certi comportamenti irregolari. E’ necessario che i cittadini siano collaborativi, che amino questo paese e lo vogliano pulito. Gli operai stanno lavorando a pieno ritmo, ma non possono reggere l’onda d’urto di migliaia di persone che non rispettano le regole. L’amministrazione ha fatto tutto quello che doveva essere fatto e il sequestro operato dalla Guardia di Finanza lo dimostra. Entro il 24 luglio la Ego Eco doveva rimuovere le campane, non l’ha fatto e quindi abbiamo inoltrato la denuncia alla Procura. Ora, però, sono i cittadini che devono collaborare: oltre a conferire i rifiuti negli orari prescritti, devono segnalare ai vigili urbani coloro che trasgrediscono le regole”.

Rifiuti in Via Loce - foto di Monica Penitenti

Rifiuti in Via Loce – foto di Monica Penitenti

L’assessore Lepone si dichiara soddisfatto del servizio, sul quale “si registra un netto miglioramento rispetto al passato, il paese è più pulito, certo si può migliorare ma passata l’estate, che è comunque un periodo critico, si potrà lavorare per costruire una Minturno diversa”.

Da domani entrerà in funzione anche la spazzatrice, che la nuova ditta ha acquistato nuova di zecca. Saranno anche lavati e igienizzati i cassonetti. E da settembre inizierà anche una comunicazione spinta per spiegare nel dettaglio come funziona la raccolta differenziata e quindi come conferire i rifiuti.

“Chiederò – conclude Roberto Lepone – la collaborazione delle associazioni del territorio, coinvolgeremo le scuole, verrà fatta un’opera divulgativa attraverso il volantinaggio. Dobbiamo lavorare tutti insieme per questo obiettivo, per questo chiedo di superare le contrapposizioni e di collaborare per tenere pulito il paese, renderlo accogliente per i turisti e prepararci a una nuova gara per introdurre elementi innovativi”.
Giuseppe Mallozzi

 

Ti è piaciuto questo articolo? Sostieni Minturnet con una DONAZIONE --> CLICCA QUI!



Segui Minturnet su Facebook e Twitter per essere sempre aggiornato


Iscriviti alla Newsletter gratuita. Clicca qui!

Usa Facebook per lasciare un commento a questo articolo

Share