Ex LSU, il Comune di Minturno fa causa alla Regione Lazio

Ex LSU, il Comune di Minturno fa causa alla Regione Lazio

Il Comune di Minturno

Il Comune di Minturno

Il Comune di Minturno farà causa alla Regione Lazio per recuperare il milione e 200mila euro, credito che vanta a causa degli anticipi sugli stipendi degli ex LSU stabilizzati in seguito alla convenzione stipulata con la Pisana. Con la delibera 198 del 25 luglio scorso (disponibile alla fine dell’articolo), l’amministrazione comunale ha dato incarico legale all’avvocato Maurizio Mele per il recupero, in via coattiva, delle somme dovute per il pagamento delle spettanze dei 35 ex lavoratori socialmente utili. La somma vantata dal Comune è di 900.293,15 ed è relativa agli anni 2011 e 2012. A questa si aggiungono le retribuzioni e i relativi oneri previdenziali maturati nell’anno in corso, periodo dal 1° gennaio fino al 31 luglio 2013, per un ulteriore importo lordo pari a 289.752,72 euro, detratti eventuali acconti pagati dall’ente debitore, nonché di fornire assistenza legale a difesa dell’ente nella materia in questione.

Il totale complessivo è quindi di 1.190.050,87 euro. Una cifra notevole, che sta mettendo in ginocchio il Comune di Minturno, che rischia non solo lo sforamento del patto di stabilità ma anche il dissesto finanziario.

L’incarico affidato all’avvocato Maurizio Mele ha un costo, in via presuntiva, di 6.500 euro, oltre le spese non imponibili ove necessarie, Cpa e Iva, salvo rideterminazione del compenso in caso di estensione di mandato a tutela del Comune in ordine ai rapporti di lavoro degli ex LSU, da allocare nell’apposito capitolo nel bilancio dell’anno corrente in corso di approvazione.

Intanto, in questi giorni si stanno verificando diversi disagi presso gli uffici comunali a causa dell’assenza proprio dei dipendenti comunali sospesi dal servizio.
Giuseppe Mallozzi

DOWNLOAD: Delibera GC 198-2013

Ti è piaciuto questo articolo? Sostieni Minturnet con una DONAZIONE --> CLICCA QUI!



Segui Minturnet su Facebook e Twitter per essere sempre aggiornato


Iscriviti alla Newsletter gratuita. Clicca qui!

Usa Facebook per lasciare un commento a questo articolo

Share