• Home »
  • Politica »
  • Il vicesindaco Aristide Galasso rinuncia all’indennità e restituisce i primi 1900 euro
Il vicesindaco Aristide Galasso rinuncia all’indennità e restituisce i primi 1900 euro

Il vicesindaco Aristide Galasso rinuncia all’indennità e restituisce i primi 1900 euro

Aristide Galasso

Aristide Galasso

“Ho rinunciato all’indennità e se per sbaglio dall’ufficio finanziario dovessero giungere le somme relative ai mesi di agosto e settembre le ridarò indietro al Comune”. Il vicesindaco Aristide Galasso mantiene la promessa e ribadisce la sua scelta di non percepire lo “stipendio” da amministratore. Anzi, già il 29 luglio scorso restituì le due mensilità di giugno e luglio, pari a 1.849,61 euro (disponibile alla fine dell’articolo la ricevuta della filiale di Marina di Minturno della banca Monte dei Paschi di Siena). Tranquillizza i cittadini, quindi, il dottor Galasso, dal momento che nei giorni scorsi si è appreso che il suo nome compare nella determina 47 del 30 Luglio 2013, che ha per oggetto “Impegno di spesa per mesi 2 dal 1 Agosto 2013 al 30 Settembre 2013 – Indennità agli amministratori (presidente del consiglio comunale, sindaco, assessori)” (disponibile alla fine dell’articolo).

“Non capisco perché io figuri ancora nella determina, visto che ho inviato una lettera al responsabile del settore finanziario nella quale indicavo chiaramente la rinuncia all’indennità, specificando di destinare le somme ai servizi sociali. Nel caso dovessi ricevere questi soldi, li verserò al Comune di Minturno, come già fatto il mese scorso. In tempi in cui la crisi sta pesando sui bilanci delle famiglie mi è sembrato un gesto dovuto rinunciare alle mensilità da amministratore, anche perché per diversi motivi non posso essere sempre presente al palazzo comunale”. Galasso respinge, inoltre, al mittente il fatto che alla base della decisione vi siano motivazioni politiche.

Sullo stesso argomento, interviene anche Americo Zasa, in risposta all’articolo scritto da Osservatore Minturno: “Non capisco perché questo signore mi citi sempre. Le dichiarazioni menzionate risalgono a tanti anni fa, oggi le condizioni sono diverse e comunque devono essere i diretti interessati a decidere se e come rinunciare alle indennità, così come ha già fatto il vicesindaco Aristide Galasso. Il mio ruolo in consiglio comunale è quello di sempre, anche se sono in maggioranza, restando critico nei confronti dell’amministrazione comunale quando è necessario. Chiedo quindi al signor Osservatore Minturno di finirla con questi attacchi gratuiti, che lasciano il tempo che trovano”.
Giuseppe Mallozzi

DOWNLOAD: Determina 47-2013

Ricevuta MPS Aristide Galasso

Ti è piaciuto questo articolo? Sostieni Minturnet con una DONAZIONE --> CLICCA QUI!



Segui Minturnet su Facebook e Twitter per essere sempre aggiornato


Iscriviti alla Newsletter gratuita. Clicca qui!

Usa Facebook per lasciare un commento a questo articolo

Share