• Home »
  • Politica »
  • Decreto anticorruzione, il consigliere Raffaele Chianese incompatibile. La maggioranza prepara un’interpellanza
Decreto anticorruzione, il consigliere Raffaele Chianese incompatibile. La maggioranza prepara un’interpellanza

Decreto anticorruzione, il consigliere Raffaele Chianese incompatibile. La maggioranza prepara un’interpellanza

Raffaele Chianese

Raffaele Chianese

Potrebbe lasciare il consiglio comunale Raffaele Chianese, attuale capogruppo dell’Udc di Minturno, pena il decadimento dal ruolo dirigenziale che ricopre presso l’Ospedale “Dono Svizzero” di Formia. È quanto stabilito dal decreto “anticorruzione” entrato in vigore lo scorso 4 maggio e recepito anche dall’amministrazione comunale, che prevede nuove “Disposizioni in materia di inconferibilità e incompatibilità degli incarichi presso le pubbliche amministrazioni e gli enti privati in controllo pubblico”, norma tra l’altro richiamata dal collega dell’opposizione Gerardo Stefanelli in riferimento ai responsabili di servizio. Insomma, una sorta di boomerang che ora sta toccando proprio il consigliere Chianese per una presunta incompatibilità con il ruolo ricoperto presso il nosocomio di Formia. Secondo il decreto, infatti, tutti coloro che ricoprono incarichi dirigenziali presso altri enti della pubblica amministrazione dovranno dimettersi entro 15 giorni dalla contestazione. E quest’ultima pare che la stia mettendo in atto proprio la maggioranza, che sta preparando una interpellanza ad hoc. Secondo quanto si apprende, nei prossimi giorni dovrebbero essere richiamati i capigruppo per esporre la situazione e in quella sede il dottor Chianese dovrà esprimersi, decidendo se restare in consiglio comunale oppure prendersi un’aspettativa dal lavoro o dimettersi definitivamente dal ruolo di consigliere. In quest’ultimo caso, rientrerebbe Rocco Pelle, primo dei non eletti con 123 voti. E anche in questo caso potrebbe verificarsi un’altra incompatibilità con il consiglio comunale, a causa dell’incarico di responsabilità ricoperto presso il Parco Regionale “Riviera di Ulisse”. Se davvero stanno così le cose, a rientrare nella sala consiliare sarà Pietro De Siena, che segue Pelle per un solo voto. Un caso analogo si è verificato alla Provincia di Latina, con le dimissioni del consigliere provinciale Salvatore Di Maggio, attuale dirigente della AUSL di Latina.
Giuseppe Mallozzi

Ti è piaciuto questo articolo? Sostieni Minturnet con una DONAZIONE --> CLICCA QUI!



Segui Minturnet su Facebook e Twitter per essere sempre aggiornato


Iscriviti alla Newsletter gratuita. Clicca qui!

Usa Facebook per lasciare un commento a questo articolo

Share