• Home »
  • Cronaca »
  • Monte di Scauri, una discarica abusiva nel cuore del parco regionale
Monte di Scauri, una discarica abusiva nel cuore del parco regionale

Monte di Scauri, una discarica abusiva nel cuore del parco regionale

DSC03343 (Small)La chiamano Oasi del Monte di Scauri ma di oasi ha soltanto il nome. La punta della collina, dove più in là sorge la Torre Quadrata è lasciata all’incuria. Un’area destinata a parcheggio versa nel degrado, dove spesso si fermano le coppiette che lasciano tracce del loro passaggio. Il manto stradale perde pezzi ogni giorno mentre fa bella mostra di sé un ristorante abbandonato.

Così si presenta uno dei posti più affascinanti di Minturno, che dovrebbe richiamare qualsiasi tipo di turista: chi vuole andare al mare nella bella Spiaggia dei Sassolini, chi fare escursioni all’interno del Parco Regionale “Riviera di Ulisse”, chi visitare luoghi storici come la Torre Quadrata o il porticciolo romano di Gianola. Ma coloro che arrivano sulla sommità del Monte di Scauri trovano anche altro.

Oltre a cassonetti vecchi e malandati, di fronte il vecchio ristorante c’è una discarica abusiva di medie dimensioni. Proprio nel cuore del Parco, che al contrario dovrebbe essere un luogo preservato da certi comportamenti incivili. Una “ferita” aparta all’interno di un luogo immerso nel verde.

DSC03344 (Small)Ci si trova di tutto: dai sanitari al mobilio di casa, fino a inerti e materiale di risulta proveniente da qualche cantiere edile. Già, perché ci arrivano con i camion a scaricare in questa zona. E nessuno, a quanto pare, vede niente. Una situazione che va avanti da quasi un anno ormai, senza che nessuno intervenga per asportare quello scempio.

Quasi fosse uno scherzo di cattivo gusto, il cartello sul quale è scritto “Osservatorio Ambientale” indica la direzione della discarica.

Scauri rientra all’interno del Parco Regionale “Riviera di Ulisse”, che annovera al suo interno anche il Promontorio di Sperlonga con la Villa di Tiberio, la Costa Torre Capovento e Punta Cetarola, il Parco di Monte Orlando di Gaeta e il Parco di Gianola.

Passeggiando nelle altre aree lo stato di degrado in cui versa il Monte di Scauri non si trova, sono tutte curate, pulite, accoglienti. Eppure ricadono di competenza dello stesso Ente. Perché questo diverso trattamento? Anche la vegetazione al di là delle staccionate che delimitano la zona protetta è piena di immondizia, lasciata da persone maleducate con scarso senso civico, ma è evidente un’indifferenza da parte di chi dovrebbe curare l’area, provvedere alla manutenzione e tenerla pulita. Così non è. Scauri resta di serie B. Anzi D, perché ogni area è segnalata con le prime lettere dell’alfabeto: Sperlonga è zona A, Gaeta B, Gianola C e infine Scauri D.
Giuseppe Mallozzi

DSC03339 (Small)DSC03341 (Small)DSC03350 (Small)DSC03345 (Small)

Ti è piaciuto questo articolo? Sostieni Minturnet con una DONAZIONE --> CLICCA QUI!



Segui Minturnet su Facebook e Twitter per essere sempre aggiornato


Iscriviti alla Newsletter gratuita. Clicca qui!

Usa Facebook per lasciare un commento a questo articolo

Share