• Home »
  • Politica »
  • Area Sieci, De Siena: “L’amministrazione garantisca l’occupazione per gli operatori ambulanti”
Area Sieci, De Siena: “L’amministrazione garantisca l’occupazione per gli operatori ambulanti”

Area Sieci, De Siena: “L’amministrazione garantisca l’occupazione per gli operatori ambulanti”

L'ex Sieci

L’ex Sieci

Il Comune di Minturno deve avere una strana capacità di mettersi nei guai e ancor di più deve averla l’Assessore Lepone, perché quasi tutto quello che fa, riesce a farlo in modo confuso e arruffato, senza contare le polemiche che solleva e che non riesce a contenere. Non si è ancora placata la rabbia che si è diffusa nella cittadinanza con la raccolta dei rifiuti che ecco riaffacciarsi una nuova e non meno perniciosa bega amministrativa, quella dell’occupazione del suolo pubblico da parte delle bancarelle “sfrattati” dal lungomare e sistemati nell’area Sieci.

Le bancarelle sfrattate dal lungomare e sistemate nell’area Sieci, in un modo deliberato e in parte controllate, negli appositi spazi, hanno ricevuto un permesso di occupazione che difformemente agli altri anni comprende solo il periodo dal 1° di luglio al 31 agosto e non come sempre al 15 settembre, cosa che allungava il periodo delle vacanze e costringeva anche chi voleva chiudere subito dopo il grande afflusso di agosto a restare aperto.

Oggi questo periodo si chiude per le bancarelle il 31 agosto per consentire il rilascio dell’area alla nota festa di settembre.

Non conosco il perché di anticipare tale manifestazione sempre più vicino ad agosto, non sono problemi che voglio sollevare, anche se sono convinto che spalmare le occasioni di svago, come dicevo prima, è prima di tutto un problema dell’Amministrazione, più che dei privati, che mirano solo al profitto ma solevo un altro interrogativo che mi sembra più impellente.

Dove si sistemeranno i bancarellari dopo il 31 agosto, di nuovo sul Lungomare e in che modo a casaccio o esiste un nuovo piano di disposizione, o dovranno chiude e andarsene?

Le polemiche già stanno montando, il malcontento già serpeggia fra gli operatori che non comprendono questo accorciamento temporale e si preparano ad azioni di protesta, oltre a una difficile convivenza che se non regolamentata potrebbe sfociare in reazioni, anche eclatanti.

Siamo alle solite, poche cose e senza programmazione.

Attendiamo una voce di speranza dall’Avvocato Lepone ma dubitiamo che ci possa arrivare, prima di fine mese, poi le voci saranno tante e non tutte benevoli e risolutive.

Il coordinatore dell’UDC
Pietro Vladimiro De Siena

Ti è piaciuto questo articolo? Sostieni Minturnet con una DONAZIONE --> CLICCA QUI!



Segui Minturnet su Facebook e Twitter per essere sempre aggiornato


Iscriviti alla Newsletter gratuita. Clicca qui!

Usa Facebook per lasciare un commento a questo articolo

Share