• Home »
  • Cronaca »
  • Irregolarità nel nuovo appalto dei rifiuti, l’ex consigliere Livio Pentimalli presenta denuncia ai Carabinieri
Irregolarità nel nuovo appalto dei rifiuti, l’ex consigliere Livio Pentimalli presenta denuncia ai Carabinieri

Irregolarità nel nuovo appalto dei rifiuti, l’ex consigliere Livio Pentimalli presenta denuncia ai Carabinieri

Livio Pentimalli

Livio Pentimalli

Il nuovo appalto della raccolta dei rifiuti solidi urbani è al centro della denuncia presentata ieri mattina ai Carabinieri di Minturno da parte dell’ex consigliere comunale Livio Pentimalli (disponibile alla fine dell’articolo). Duri gli attacchi per la poca trasparenza con cui sarebbe stata seguita tutta l’operazione per il passaggio dalla Ego Eco alla ASA di Latina e pesanti le irregolarità – in particolare sul parco mezzi della nuova ditta – di cui parla l’ex amministratore. Nella denuncia, infatti, Pentimalli ribadisce che “sia nella determina dirigenziale di approvazione del capitolato speciale d’appalto del Servizio Igiene Urbana Gestione Provvisoria Rifiuti e della delibera di giunta di presa d’atto, non vi è allegato il necessario capitolato d’appalto”.

“Tale capitolato – prosegue nel documento stilato dagli uomini dell’Arma – non è presente agli atti né è stato pubblicato sul sito informatico del Comune di Minturno. Al sottoscritto, avendo richiesto in data 22 agosto 2013 tale capitolato d’appalto, a nome proprio e per conto del movimento politico Fratelli d’Italia, gli è stato riferito dal segretario generale, che a norma delle vigenti disposizioni è il responsabile dell’anticorruzione e della trasparenza, che mi avrebbe fornito tale documento tra una decina di giorni”.

Ancor più grave, secondo Pentimalli (che ribadisce il concetto anche nell’intervista video qui sotto), sarebbe che “mentre la ditta precedente revocata (Ego Eco, ndr) aveva in servizio 20 mezzi, l’attuale ditta vincitrice ne ha solo 10”.

Immagine anteprima YouTube

“Fra le tante mancanze – prosegue – manca la lavacassonetti laterale e secondo quanto osservato da più persone i cassonetti vengono lavati sul posto con la lancia a pressione e i relativi liquami si spandono al suolo. Secondo me questo tipo di comportamento dovrebbe essere considerato inquinamento e pertanto qualora quanto asserito non corrispondesse a verità, ritengo che il Comune debba essere in possesso di bolle delle acque reflue portate in discarica autorizzata per lo smaltimento. Tutti i mezzi della Cooperativa ASA di Cisterna di Latina, che attualmente gestisce il servizio, sono obsoleti e parecchi perdono percolato lungo le strade. Inoltre le campane per la differenziata sono sostituite solo in parte con bidoni da 1100 litri con scritta dei prodotti da differenziare”. Secondo Pentimalli l’attuale appalto “è venuto a costare al contribuente circa 50mila euro in più al mese rispetto a quello revocato”.

Irregolarità anche sull’isola ecologia in zona Recillo, al cui progetto esecutivo – secondo quanto riferisce l’ex assessore ai servizi sociali del Comune di Minturno ai Carabinieri – mancherebbero sia il parere sanitario che ambientale.

“Chiedo alla Procura della Repubblica di Latina, che già si è occupata della problematica relativa ai rifiuti del Comune di Minturno – conclude Livio Pentimalli – di intervenire e punire i responsabili di eventuali reati commessi e verificare perché allo stato attuale nessun atto amministrativo è stato emesso per indire la gara europea definitiva per la raccolta dei rifiuti solidi urbani, quando è risaputo che per indire e concludere tale gara occorrono circa 7-8 mesi e pertanto già si presuppongono ulteriori affidamenti temporanei alla stessa ditta”.
Giuseppe Mallozzi

DOWNLOAD: Denuncia Pentimalli

 

Ti è piaciuto questo articolo? Sostieni Minturnet con una DONAZIONE --> CLICCA QUI!



Segui Minturnet su Facebook e Twitter per essere sempre aggiornato


Iscriviti alla Newsletter gratuita. Clicca qui!

Usa Facebook per lasciare un commento a questo articolo

Share