Turismo in crisi a Scauri, la lettera di un residente

Turismo in crisi a Scauri, la lettera di un residente

Scauri vista da Monte d'Oro

Scauri vista da Monte d’Oro

Riceviamo e pubblichiamo:

Saluto tutti i miei compaesani Scauresi, dal vostro amico Maurizio Nocella. Questa mattina mi sono svegliato e poco dopo aver letto il giornale ho cominciato a capire il perché non vorrei diventare il Sindaco del mio paese (senza nessun riferimento all’attuale Sindaco). Come si fa a dichiarare che il nostro mare è come il mare dei Caraibi, come si può dire che il turismo quest’anno è aumentato, ma perché invece di fare certe dichiarazioni non si agisce e prendendo il toro per le corna miglioriamo l’andamento della nostra Scauri, dimenticata.

È facile amministrare ed organizzare il nostro piccolo Comune, basta essere onesti e far rispettare la legge.

Si è aumentato il turismo, ma quello dei neri davanti ai negozi, degli indiani sulle spiagge… sono più loro, in percentuale, che i visitatori estivi.

Visitatori, perché così devono essere catalogati, il turista è colui che vive e fa vivere il paese, ma quest’anno sono venuti solo visitatori del sabato e domenica.

Non gli do nessun torto, gli appartamenti che gli vengono affittati, la maggior parte senza essere dichiarati alle autorità per rendere noto chi stiamo ospitando, sono dei tuguri sporchi e umidi, senza nessun confort.

Ma non siete mai andati in vacanza? Io si e dove sono andato andato mi hanno trattato da RE, facendomi trovare persino il centro tavola di frutta fresca e sott’oli fatti in casa… Vergogna!!!

Quei pochi clienti estivi che abbiamo avuto l’onore di servire quest’anno, si sono lamentati tutti dei servizi inesistenti, case sporche molto spartane e mare sporco…

Ve lo dico io come è andata l’estate quest’anno 40% in meno… negozi aperti come funghi, bancarelle modi mercato delle pulci che ostruiscono il passaggio dei pedoni sui marciapiedi … forze funziona per il periodo estivo, ma d’inverno come faremo a campare e pagare le tasse, novembre è vicino…

La soluzione? Cerchiamo di fittare ad anno ai nostri ragazzi che hanno intenzione di sposarsi e rimanere nel paese natale.

Organizziamo controlli sulle case sfitte per vedere se l’andamento è regolare anche d’inverno, cosa fanno i vigili? Perché non c’è nessun controllo sul territorio? Il Comune si potrebbe reggere sono sul controllo giornaliero del rispetto della legge.

Le società esterne a cosa servono? Perché il Comune non può gestire tutti i servizi? Basta dare gli appalti per avere una cattiva gestione! Se una cosa vuoi che funzioni te la devi gestire di persona… questo mi diceva mio nonno e sicuramente non si sbagliava.

Sono sicuro che tanti altri vorrebbero sfogarsi come me ogni tanto e invito tutti i miei compaesani a farlo.

Vi saluto affettuosamente.

Maurizio Nocella

Ti è piaciuto questo articolo? Sostieni Minturnet con una DONAZIONE --> CLICCA QUI!



Segui Minturnet su Facebook e Twitter per essere sempre aggiornato


Iscriviti alla Newsletter gratuita. Clicca qui!

Usa Facebook per lasciare un commento a questo articolo

Share