Reintegro dei 35 ex LSU, il giudice si riserva

Reintegro dei 35 ex LSU, il giudice si riserva

Chiostro del palazzo comunale di Minturno

Chiostro del palazzo comunale di Minturno

Come era prevedibile, il giudice del lavoro di Latina si è riservato sulla decisione del reintegro dei 35 dipendente comunali sospesi dall’amministrazione comunale di Minturno. Il giudice Corinne Papetti, infatti, ha deciso di prendersi del tempo – probabile una decina di giorni – per esaminare le richieste presentate dall’avvocato Carlo Bassoli, difensore degli ex LSU, che chiede non solo l’immediato reintegro dei suoi assistiti ma anche il risarcimento danni subito. I lavoratori sono stati sospesi dal 1 agosto scorso. Nel frattempo, anche il Comune di Minturno si è costituito in giudizio, in quanto un accoglimento delle richieste dei dipendenti comunali comporterebbe il dissesto finanziario. Ragioni, per l’avvocato Bassoli, non sufficienti per danneggiare i suoi suoi assistiti che nella vicenda sono “vittime”, in quanto il contenzioso riguarda il Comune di Minturno e la Regione Lazio. Ascoltate le parti, il giudice Papetti ha ritenuto doversi riservare sulla decisione per analizzare nel dettaglio tutta la documentazione acquisita.
Giuseppe Mallozzi

Ti è piaciuto questo articolo? Sostieni Minturnet con una DONAZIONE --> CLICCA QUI!



Segui Minturnet su Facebook e Twitter per essere sempre aggiornato


Iscriviti alla Newsletter gratuita. Clicca qui!

Usa Facebook per lasciare un commento a questo articolo

Share