Chiude definitivamente il Tribunale di Gaeta

Chiude definitivamente il Tribunale di Gaeta

Il Tribunale di Gaeta

Il Tribunale di Gaeta

Sono solo 8 i tribunali salvati dalla soppressione. Potranno continuare a trattare, per un periodo di due anni, i procedimenti civili pendenti, ai fini dello smaltimento dell’arretrato anche dopo il prossimo 13 settembre, data che segna lo spartiacque con l’entrata in vigore della riforma della geografia giudiziaria. Annamaria Cancellieri non mette dunque nessuna “pezza” come si era auspicato da più parti per quei casi come la sezione distaccata di Gaeta che rientravano in gran parte dei parametri previsti dalla legge delega per il mantenimento.

In seguito al decreto ministeriale si salveranno solo i tribunali di Alba, Bassano del Grappa, Pinerolo, Vigevano, Chiavari, Lucera, Sanremo e Rossano (in quest’ultimo si svolgeranno anche i processi penali pendenti). Dura la reazione dell’avvocato Pasqualino Magliuzzi.

“Sono state tradite le nostre legittime aspettative – ha detto il presidente dell’associazione avvocati Sud Pontino – ma quello che è ancora più grave è che è stata irrimediabilmente offesa la nostra fiducia nelle istituzioni nazionali. Un ministro e un manipolo di burocrati ministeriali arroganti ed insensibili hanno beffato il Parlamento ignorando ben due Ordini del Giorno che impegnavano il governo a rivedere una legge che la maggioranza dei Senatori e Deputati (la quasi totalità del Parlamento) hanno ritenuto iniqua e irragionevole.

Complici della beffa il presidente della Repubblica che ha di fatto sospeso la Democrazia rappresentativa nel nostro Paese e il presidente del Senato, nel quale avevamo riposto grandi speranze per averci dimostrato di ben comprendere le nostre ragioni, le ragioni del nostro Territorio, e che non ha tutelato l’Aula del Senato non ponendo in discussione la proposta di legge di rinvio della entrata in vigore della revisione della geografia giudiziaria.

E noi dovremmo continuare a convincere i Cittadini ad aver fiducia nella Giustizia? In questa Giustizia che ritiene di diventare più efficiente con questa riforma ingiusta? L’Avvocatura, quella con la ‘A’ maiuscola, quella che in questi giorni continua a battersi contro l’ingiustizia di un provvedimento abnorme, oggi ha il dovere di dimostrare che senza il proprio contributo la Giustizia farà un ulteriore passo verso il fallimento completo.

Con uno scatto di orgoglio e di dignità personale e professionale si dimettano gli Avvocati con incarichi di magistrati onorari presso i tribunali e presso le procure, ci si rifiuti di continuare a redigere verbali di udienza in sostituzione dei Cancellieri, non si dia più alcuna disponibilità per le vendite immobiliari, ci si cancelli dalle liste per il gratuito patrocinio. Limitiamoci a fare gli Avvocati! Prima di Natale il ministro Cancellieri ed il direttore generale del Ministero, magistrato Birritteri passeranno alla storia per la più epocale delle riforme sbagliate e saranno finalmente felici!”

L’attuale sede distaccata di Gaeta del Tribunale di Latina fu realizzata grazie ai sacrifici ed alla lungimiranza di tanti amministratori comunali. A partire dagli anni Ottanta il Sindaco di Gaeta Quirino Leccese ed il suo assessore Antonio Fronzuto sposarono il progetto, portato avanti dalle amministrazioni D’Amante e Magliozzi. Compresero che la vecchia pretura ormai aveva fatto il suo tempo e si prepararono per il nuovo assetto giudiziario. Purtroppo il miracolo questa volta non si è ripetuto. La sede soppressa, situata nel quartiere di Calegna è un edificio di costruzione recentissima, anche se a corto di manutenzione: compirà 6 anni il prossimo novembre.
Antonello Fronzuto

Ti è piaciuto questo articolo? Sostieni Minturnet con una DONAZIONE --> CLICCA QUI!



Segui Minturnet su Facebook e Twitter per essere sempre aggiornato


Iscriviti alla Newsletter gratuita. Clicca qui!

Usa Facebook per lasciare un commento a questo articolo

Share