• Home »
  • Cronaca »
  • Ex Asia, sequestrati 70 tonnellate di rifiuti e 13mila litri di scarti liquidi gassosi. Tre persone denunciate
Ex Asia, sequestrati 70 tonnellate di rifiuti e 13mila litri di scarti liquidi gassosi. Tre persone denunciate

Ex Asia, sequestrati 70 tonnellate di rifiuti e 13mila litri di scarti liquidi gassosi. Tre persone denunciate

Gli agenti della Guardia di Finanza di Formia sequestrano gli scarrabili

Gli agenti della Guardia di Finanza di Formia sequestrano gli scarrabili

Gli agenti del Gruppo della Guardia di Finanza di Formia, nell’ambito dei controlli sulla gestione ed esecuzione del servizio di raccolta dei rifiuti solidi urbani nel Comune di Minturno, hanno dato esecuzione ad un dispositivo di accertamento dello stato dei luoghi e delle cose emesso in data 4 settembre 2013 dalla Procura della Repubblica di Latina a firma del dott. Giuseppe miliano, presso l’aerea denominata “Ex Asia” (come già anticipato da Minturnet).

Il provvedimento è stato emesso al fine di verificare la corretta gestione, da parte dell’attuale società incaricata del servizio di gestione e raccolta dei rifiuti, dell’area già sottoposta a sequestro nel lontano 2008 dalla Procura della Repubblica di Latina per gravi violazioni ambientali ed affidata in giudiziale custodia alla società appaltatrice per il solo ricovero degli automezzi e delle attrezzature.

Tuttavia, una volta giunti sul posto i finanzieri hanno constatato come l’area in questione fosse in realtà utilizzata quale vera e propria discarica incontrollata per la lavorazione dei rifiuti differenziati e priva di ogni autorizzazione amministrativa e sanitaria e che gli scarti gassosi, provenienti dalla citata lavorazione, venivano illecitamente smaltiti attraverso i canali di scolo e le vasche di raccolta interrati nel sottosuolo.

Pertanto le Fiamme gialle hanno proceduto al sequestro di circa 70 tonnellate di rifiuti solidi urbani e circa 13.000 litri di scarti liquidi gassosi catalogati quali rifiuti speciali.

Sono state denunciate alla Procura della repubblica di Latina tre persone, responsabili del cantiere della società appaltatrice, per le violazioni previste dall’Art. 256 Dlgs 152/2006 in materia ambientale. Tuttora sono al vaglio degli inquirenti ulteriori elementi emersi nel corso degli accertamenti e che potrebbero essere significativi di successivi sviluppi.

Ti è piaciuto questo articolo? Sostieni Minturnet con una DONAZIONE --> CLICCA QUI!



Segui Minturnet su Facebook e Twitter per essere sempre aggiornato


Iscriviti alla Newsletter gratuita. Clicca qui!

Usa Facebook per lasciare un commento a questo articolo

Share