Ex LSU, è guerra tra il Comune di Minturno e la Regione Lazio

Ex LSU, è guerra tra il Comune di Minturno e la Regione Lazio

L'aula di un tribunale

L’aula di un tribunale

Tra il Comune di Minturno e la Regione Lazio è ormai guerra aperta. L’ente aurunco, tramite il suo rappresentante legale, l’avvocato Maurizio Mele, ha infatti presentato un decreto ingiuntivo al Tribunale di Roma contro la Pisana per ottenere il milione e 200mila euro ancora non versato in merito alla stabilizzazione dei 35 ex LSU. A niente sono servite le mediazioni dell’avvocato Mele incaricato dall’amministrazione comunale del recupero, in via coattiva, delle somme dovute per il pagamento delle spettanze dei 35 ex lavoratori socialmente utili. Somme essenziali per poter approvare il bilancio di previsione e scongiurare il dissesto finanziario. Ora il giudice del Tribunale di Roma, competente per il territorio in quanto all’epoca gli atti della stabilizzazione furono firmati nella Capitale, dovrà pronunciarsi su questa richiesta avanzata dal Comune di Minturno. Grande attesa, infine, per il pronunciamento del giudice del lavoro di Latina, Corinne Papetti, in merito al ricorso presentato dai 35 ex dipendenti comunali, discusso lo scorso 3 settembre. Il giudice, come si ricorderà, si è riservato sulla decisione per esaminare le richieste presentate dall’avvocato Carlo Bassoli, difensore degli ex LSU, che chiedeva non solo l’immediato reintegro dei suoi assistiti ma anche il risarcimento danni subito.
Giuseppe Mallozzi

Ti è piaciuto questo articolo? Sostieni Minturnet con una DONAZIONE --> CLICCA QUI!



Segui Minturnet su Facebook e Twitter per essere sempre aggiornato


Iscriviti alla Newsletter gratuita. Clicca qui!

Usa Facebook per lasciare un commento a questo articolo

Share