Dopo l’ordinanza di reintegro, gli ex LSU convocati dal sindaco

Dopo l’ordinanza di reintegro, gli ex LSU convocati dal sindaco

Il Comune di Minturno

Il Comune di Minturno

Sono stati convocati per questa mattina dal sindaco Paolo Graziano i 35 dipendenti comunali (ex LSU) del Comune di Minturno. Le motivazioni sono facili da immaginare. Dopo aver vinto il ricorso contro l’ingiusta sospensione dal servizio, l’amministrazione comunale si trova ora in enormi difficoltà perché il loro reintegro porterà quasi sicuramente al dissesto finanziario, a meno che dalla Regione Lazio non arrivi l’ingente somma di un milione e 200mila euro per gli stipendi anticipati dal Comune. Contro la Pisana l’Ente, tramite l’avvocato Maurizio Mele, ha presentato un decreto ingiuntivo per ricevere con la forza quanto dovuto. In questi giorni l’assessore al bilancio Gianfranco Colacicco e il responsabile del servizio finanziario Antonio Rasile stanno lavorando alacremente per venire a capo di una situazione davvero drammatica per le finanze del nostro Comune e in aiuto è arrivato il Governo, quasi un deus ex machina, che a causa dell’abolizione dell’Imu ha imposto lo slittamento dei bilanci di previsione al 30 novembre. Due mesi in più – la data ultima era infatti il 30 settembre – che danno di certo una boccata d’ossigeno alla giunta, che nel frattempo può tentare da una parte di effettuare tutti i tagli e razionalizzare al meglio le risorse finanziare al fine di risparmiare e dall’altra ottenere i soldi mancanti dalla Regione. Intanto, questa mattina si discuterà del reintegro dei dipendenti comunali sospesi dal 1° agosto, i quali hanno ottenuto non solo il ritorno in servizio ma anche il pagamento delle spese legali e gli stipendi arretrati.
Giuseppe Mallozzi

Ti è piaciuto questo articolo? Sostieni Minturnet con una DONAZIONE --> CLICCA QUI!



Segui Minturnet su Facebook e Twitter per essere sempre aggiornato


Iscriviti alla Newsletter gratuita. Clicca qui!

Usa Facebook per lasciare un commento a questo articolo

Share