• Home »
  • Cronaca »
  • Rifiuti, il pm Miliano convoca le due ultime amministrazioni comunali e l’opposizione
Rifiuti, il pm Miliano convoca le due ultime amministrazioni comunali e l’opposizione

Rifiuti, il pm Miliano convoca le due ultime amministrazioni comunali e l’opposizione

Gli agenti della Guardia di Finanza di Formia sequestrano gli scarrabili

Gli agenti della Guardia di Finanza di Formia sequestrano gli scarrabili

Il Gruppo della Guardia di Finanza di Formia ha recapitato questa mattina, presso il palazzo comunale di Minturno, diverse lettere di convocazione, a firma del sostituto procuratore Giuseppe Miliano, indirizzate al sindaco Paolo Graziano, all’assessore all’ambiente Roberto Lepone e all’intera opposizione consiliare (Gerardo Stefanelli, Mimma Nuzzo, Raffaele Chianese, Giuseppe Tomao, Maurizio Faticoni, Pino Russo). Convocati anche l’ex sindaco Aristide Galasso e l’ex assessore all’ambiente Ercole Conte, insieme all’ex responsabile del servizio igiene Maurizio Fiore e al responsabile del servizio finanziario Antonio Rasile. Ognuno è stato invitato a comparire in date diverse in qualità di persona informata dei fatti in riferimento al procedimento penale 97-98/2012. Un procedimento, manco a dirlo, che riguarda il sistema di smaltimento dei rifiuti solidi urbani. Non solo dunque la Ego Eco ma anche la nuova ditta appaltatrice del servizio, la ASA, che recentemente è stata oggetto dei sequestri degli scarrabili con tre denunce per reati ambientali. Il pm Miliano ascolterà le diverse persone nei prossimi giorni. Il filone delle indagini sulla Ego Eco non è terminato con la sentenza del processo, che ha visto la maxi condanna per oltre 40 anni in totale degli undici imputati, ma è proseguita nei mesi scorsi e anzi si sta allargando anche al nuovo appalto dei rifiuti.
Giuseppe Mallozzi

Ti è piaciuto questo articolo? Sostieni Minturnet con una DONAZIONE --> CLICCA QUI!



Segui Minturnet su Facebook e Twitter per essere sempre aggiornato


Iscriviti alla Newsletter gratuita. Clicca qui!

Usa Facebook per lasciare un commento a questo articolo

Share