• Home »
  • Politica »
  • Rifiuti, avviato l’iter per la realizzazione del centro di trasferenza ai Parchi
Rifiuti, avviato l’iter per la realizzazione del centro di trasferenza ai Parchi

Rifiuti, avviato l’iter per la realizzazione del centro di trasferenza ai Parchi

Ego Eco, deposito ex Asia

Ego Eco, deposito ex Asia

E’ stato avviato l’iter procedurale per la realizzazione di un centro di trasferenza e di un’isola ecologica in località Parchi. Con la delibera di giunta 263 del 17 ottobre 2013 (disponibile alla fine dell’articolo), l’amministrazione recepisce la convenzione firmata il 25 giugno scorso dal sindaco Paolo Graziano e da Salvatore Forte, presidente del Consorzio per lo Sviluppo Industriale del Sud Pontino, che ha concesso due lotti di terreno in zona Parchi, che costituiscono un’area complessiva di 6.289 metri quadri.

Un dato che salta subito all’occhio, però, è che sia nella delibera sia nella convenzione è ben specificato che “l’area attualmente utilizzata da questa amministrazione (il deposito ex Asia, ndr) è sottoposta a sequestro giudiziario ed è mancante dei requisiti normativi e ambientali prescritti”. Contrariamente a quanto sempre asserito dalla giunta. Di qui la domanda: perché procedere con il nuovo appalto se ancora non vi erano le condizioni strutturali per far lavorare in tranquillità la nuova ditta? E gli ultimi strascichi giudiziari ne sono una testimonianza.

Comunque, proprio perché l’area ex Asia non è conforme alle normative vigenti, l’amministrazione ha previsto di realizzare i lavori per la realizzazione di un centro di trasferenza e di un’isola ecologica in zona Parchi. Nella convenzione si legge che “il Comune si impegna ad attrezzare l’intera area per la finalità già richiamata con appositi finanziamenti e, d’intesa con il Consorzio, procederà alla ricerca di ulteriori finanziamenti diretti o indiretti, per la realizzazione dell’opera entro 12 mesi dalla firma della convenzione”.

Inoltre, una volta attrezzata l’area, il Comune di Minturno ne disporrà direttamente o previa autorizzazione consortile potrà disporre l’utilizzo in favore di terzi per gli usi consentiti. “In tal caso – prosegue il documento – la società individuata dal Comune dovrà sottoscrivere nuovo atto di convenzione con il Consorzio con registrazione della convenzione stessa all’Agenzia delle Entrate e verrà riconosciuto al Consorzio un canone mensile, da corrispondere fino al raggiungimento del valore delle aree cedute dal concorsi al comune”. Il valore dei due lotti concessi è pari a 188.670 euro più iva. Il Comune si impegna a redigere il progetto esecutivo mentre il Consorzio fungerà da stazione appaltante.
Giuseppe Mallozzi

DOWNLOAD: Delibera GC 263

Ti è piaciuto questo articolo? Sostieni Minturnet con una DONAZIONE --> CLICCA QUI!



Segui Minturnet su Facebook e Twitter per essere sempre aggiornato


Iscriviti alla Newsletter gratuita. Clicca qui!

Usa Facebook per lasciare un commento a questo articolo

Share