Furti al cimitero di Minturno, spariscono vasi e fiori

Furti al cimitero di Minturno, spariscono vasi e fiori

Il cimitero di Minturno

Il cimitero di Minturno

In tempi di crisi come quelli che stiamo vivendo cambiano anche le modalità dei furti. A quanto pare nemmeno al cimitero si può stare tranquilli, visto che spariscono quotidianamente fiori, vasi, lumini e portafiori dalle tombe e dalle cappelle. La denuncia proviene da una nostra lettrice, Elisabetta Marrico: “Questa mattina mi sono recata al cimitero, dove sono tumulati i miei nonni, mio padre e mio suocero. E sorpresa delle sorprese, da mio padre mancava la fioriera in marmo! Già innumerevoli volte si sono portati via vasi (in plastica), vaschette delle fioriere. Ora il lavoro è stato completo: via anche la fioriera. È a mio parere una cosa vergognosa! Non c’è rispetto per i defunti e si ruba anche in un luogo dove non dovrebbe accadere!” Di episodi del genere ne sono già capitati al camposanto, dove spesso sono spariti scope, vasi e anche gli utensili degli operai comunali. In passato sono stati razziati anche gli arredi di alcune tombe, dalle quali sono stati asportati gli oggetti in metallo, come per esempio le lettere che compongono i nomi dei defunti. Si tratta di ottone, rame, alluminio e ferro, che vengono probabilmente rubati con lo scopo di rivenderli al mercato della ricettazione. Si spera che chi di dovere si occupi della situazione e metta fine a una vicenda che sta creando rabbia e tristezza tra i parenti dei defunti.
Giuseppe Mallozzi

Ti è piaciuto questo articolo? Sostieni Minturnet con una DONAZIONE --> CLICCA QUI!



Segui Minturnet su Facebook e Twitter per essere sempre aggiornato


Iscriviti alla Newsletter gratuita. Clicca qui!

Usa Facebook per lasciare un commento a questo articolo

Share