Consiglio comunale, Tares e bilancio animeranno il dibattito politico

Consiglio comunale, Tares e bilancio animeranno il dibattito politico

Grande attesa per il consiglio comunale di domani, giovedì 28 novembre alle ore 18, con continuazione, e nel caso la seduta vada deserta in seconda convocazione per il giorno 30 novembre 2013 alle ore 9. Sarà un’assise prettamente tecnica ma molto importante perché tra gli argomenti in discussione appare anche il bilancio di previsione, documento essenziale per l’attività amministrativa (disponibili i documenti alla fine dell’articolo). Diversi i punti all’ordine del giorno:

  1. Regolamento Tares – Modifiche e integrazioni;
  2. Piano Finanziario Tares – Modifiche e integrazioni;
  3. Piano Tariffario Tares – Modifiche e integrazioni;
  4. Regolamento Imu – Modifiche;
  5. Approvazione Aliquote Imu 2013;
  6. Approvazione programma triennale opere pubbliche 2013-2015 ed elenco annuale 2013;
  7. Verifica aree e fabbricati da destinare residenze, attività produttive e terziarie;
  8. Programma incarichi esterni;
  9. Approvazione Bilancio di Previsione 2013 – Pluriennale 2013-2015 e Relazione Previsionale e Programmatica.

Durante il consiglio sarà presentata anche la richiesta da parte della minoranza per la realizzazione di una pista ciclabile sul lungomare di Scauri, già consegnata durante la riunione dei capigruppo dell’altro giorno.

Il dibattito in aula sarà di sicuro molto vivace, in quanto l’istituzione della Tares ha già infiammato la minoranza consiliare fuori e dentro l’assise civica. Qualche avvisaglia è stata registrata in questi giorni quando il gruppo di opposizione di Minturno Cambia, capeggiato dal consigliere Gerardo Stefanelli, ha definito questo nuovo tributo “un massacro per le attività produttive, grazie alle scelte dell’amministrazione comunale che ha preferito passare alla nuova tassa piuttosto che restare con la Tarsu con il solo fine di chiedere più soldi ai cittadini per non aumentare l’aliquota Irpef”. Stefanelli, tabelle alla mano, ha citato i numeri della Tares 2013, asserendo che “sono state applicate delle maggiorazioni indiscriminate dettate da scelte illogiche e irrazionali che vedono da una parte aumenti esponenziali che vedono da una parte aumenti esponenziali (vedi per esempio i bar, pasticcerie con un +50% o le pizzerie al taglio, pescherie e fiorai con + 219,39%, o l’aumento assurdo sui banchi di mercato generi alimenti con + 1510,76%), mentre dall’altra sconti a banche e istituti di credito (-41,91%) o ad autosaloni (-47,03%)”.

E sempre sulla Tares, al consiglio di domani il consigliere comunale dell’Udc Raffaele Chianese proporrà di istituire “un adeguato sconto per tutte quelle famiglie minturnesi per ogni familiare che anagraficamente è residente a Minturno ma praticamente è domiciliato, per motivi di studio e di lavoro, in altri comuni”.

L’opposizione contesta anche alcune voci nel bilancio 2013, in quanto figurerebbe una previsione sproporzionata sulle entrate degli autovelox. Insomma, di carne a cuocere ce n’è tanta e non è escluso che la seduta sia interrotta in serata per proseguire il giorno dopo.
Giuseppe Mallozzi

DOWNLOAD: Delibera GC 301-2013

BILANCIO DI PREVISIONE 2013

Relazione Previsionale Programmatica 2013-2015

BILANCIO PLURIENNALE 2013 – 2015

 

Ti è piaciuto questo articolo? Sostieni Minturnet con una DONAZIONE --> CLICCA QUI!



Segui Minturnet su Facebook e Twitter per essere sempre aggiornato


Iscriviti alla Newsletter gratuita. Clicca qui!

Usa Facebook per lasciare un commento a questo articolo

Share