• Home »
  • Attualità »
  • Lampioni “nani” sul lungomare, in arrivo la “prolunga”. L’errore nella fornitura dell’illuminazione pubblica
Lampioni “nani” sul lungomare, in arrivo la “prolunga”. L’errore nella fornitura dell’illuminazione pubblica

Lampioni “nani” sul lungomare, in arrivo la “prolunga”. L’errore nella fornitura dell’illuminazione pubblica

Lampioni sul lungomare di Scauri

Lampioni sul lungomare di Scauri

Ha del grottesco la vicenda che vede protagonisti i lampioni del lungomare di Scauri. Anzi, i pali che li sorreggono, per la precisione, perché è emerso durante il consiglio comunale di ieri sera che sono più bassi rispetto a quanto previsto dalla legge. Sì, avete capito bene. E per risolvere il problema si attendono le “prolunghe” (così le hanno chiamate durante l’assise). Sembra una barzelletta ma è realmente accaduto. A Minturno, ovviamente, dove tutto può succedere e capita di trovare anche i pali “nani”. In molti avranno notato il cono di luce che si forma al di sotto dei lampioni sulla strada, lato monte, ma soprattutto le zone d’ombra che si formano tra un lampione e l’altro, che non garantiscono la perfetta visibilità mentre si percorre il lungomare guidando l’auto. Un fenomeno “strano” che i più hanno imputato alla tipologia dei lampioni.

Ebbene, né la ditta fornitrice né il direttore dei lavori si sono accorti dell’errore: ovvero che i lampioni sono più bassi di quanto previsto dall’appalto. C’è voluto quasi un anno al buio, soprattutto nel periodo estivo, per arrivare ad avere finalmente la luce sul lungomare ma a quanto pare i cittadini dovranno passare un altro periodo di lavori. Ma quanto costerà l’operazione di “allungamento”? Circa 18mila euro, somma a totale carico della ditta (ci mancherebbe altro) che dovrà provvedere al reperimento e al montaggio delle “prolunghe” perché i pali vanno portati ad altezza di norma.

Al consiglio comunale di ieri sera, i consiglieri dell’opposizione Gerardo Stefanelli e Maurizio Faticoni hanno incalzato l’assessore ai lavori pubblici Fabio Saltarelli per la completa sostituzione dei pali: “Ma perché dobbiamo avere delle prolunghe? Il danno l’ha procurato la ditta, quindi deve provvedere alla completa sostituzione dei lampioni. Lo dobbiamo pretendere perché c’è un errore nella fornitura. Abbiamo avuto un lungomare al buio per mesi. Qui si tratta di un errore madornale del direttore dei lavori, che non ha effettuato i dovuti controlli”.

Insomma, ci sono voluti mesi per avere dei lampioni nuovi e adesso dovremo aspettare altri mesi per vedere questi ormai famigerati lampioni “cresciuti” ad un’altezza normale. Con la speranza che questa volta il direttore dei lavori ci veda lungo.
Giuseppe Mallozzi

Ti è piaciuto questo articolo? Sostieni Minturnet con una DONAZIONE --> CLICCA QUI!



Segui Minturnet su Facebook e Twitter per essere sempre aggiornato


Iscriviti alla Newsletter gratuita. Clicca qui!

Usa Facebook per lasciare un commento a questo articolo

Share