• Home »
  • Attualità »
  • Scuola di Via Italo Balbo poco sicura, l’edificio rischia la chiusura. Il caso in discussione alla commissione lavori pubblici
Scuola di Via Italo Balbo poco sicura, l’edificio rischia la chiusura. Il caso in discussione alla commissione lavori pubblici

Scuola di Via Italo Balbo poco sicura, l’edificio rischia la chiusura. Il caso in discussione alla commissione lavori pubblici

La Scuola Elementare di Via Italo Balbo

La Scuola Elementare di Via Italo Balbo

Il caso della scuola elementare di Via Italo Balbo è stato discusso questa mattina alla commissione lavori pubblici, presieduta dal consigliere Mino Bembo. Erano presenti anche gli assessori Fabio Saltarelli (lavori pubblici) e Vincenzo Fedele (pubblica istruzione). Durante l’incontro il dirigente scolastico Maria Graziano ha avanzato alcune richieste, in particolare documenti attestanti la sicurezza e l’agibilità degli edifici scolastici di sua competenza. Richieste già inoltrate all’amministrazione comunale da diverse settimane ma che ad oggi non hanno avuto alcun riscontro.

Il problema a monte è il fatto che la struttura di Via Italo Balbo – tra l’altro la più frequentata ospitando circa 300 bambini – è priva dei requisiti antisismici essendo stata costruita prima delle nuove normative (ma a ben vedere lo sono gran parte delle scuole del Comune di Minturno). Fatto sta che, se non dovesse avere rassicurazioni, sarà costretta a chiudere la scuola dopo le vacanze di Natale e portare i bambini in altri istituti che li potranno ospitare. La dirigente, in particolare, ha parlato di portare una parte degli scolari presso la Scuola “Fedele” e parte presso il Liceo Scientifico “Leon Battista Alberti”. Ha anche lamentato che sono stati effettuati interventi in altre scuole con meno problemi rispetto a quella di Via Italo Balbo.

Secondo quanto si apprende, l’urgenza maggiore deriverebbe dal terzo piano, che potrebbe essere sgomberato, come proposto dall’assessore alla pubblica istruzione Vincenzo Fedele. Restano comunque i problemi delle uscite di sicurezza e dell’elaborazione di un piano di evacuazione e raccolta. Insomma, essendo incastonata nel centro di Scauri, la scuola di Via Italo Balbo sarebbe deficitaria di vie di fuga.

Un’altra proposta, avanzata dal consigliere Gerardo Stefanelli, riguarderebbe lo spostamento dei bambini all’ex edificio scolastico di Tufo e il trasporto potrebbe essere garantito da una navetta. I consiglieri Mimma Nuzzo e Maurizio Faticoni hanno invece proposto di spostare temporaneamente gli scolari presso l’istituto delle suore polacche, mentre Americo Zasa ha fatto mettere a verbale il problema della viabilità e della sicurezza per i cittadini lungo Via Italo Balbo. La commissione lavori pubblici si è aggiornata alla prossima settimana, quando si decideranno le prossime mosse. Fatto sta che, se non saranno presi seri provvedimenti per la sicurezza, il dirigente Maria Graziano non farà aprire la scuola dopo le vacanze natalizie.

Quelli della sicurezza nelle scuole sono problemi ben noti, che ad ogni cambio di amministrazione giungono sul tavolo. In una relazione tecnica, risalente addirittura al 2002 e mai aggiornata, si riferiva che sarebbe stato meglio ricostruire gli edifici scolastici piuttosto che ripararli. Il che fa capire quanto le strutture siano messe male e soprattutto non rispettino le norme antisismiche oggi obbligatorie. Sono anni che nel piano triennale delle opere pubbliche si inserisce il progetto di un polo scolastico che raggruppi tutti gli scolari delle frazioni marine al fine di ospitarli in un unico edificio in tutta sicurezza ma è restato sempre un sogno, in quanto mancano i finanziamenti.
Giuseppe Mallozzi

Ti è piaciuto questo articolo? Sostieni Minturnet con una DONAZIONE --> CLICCA QUI!



Segui Minturnet su Facebook e Twitter per essere sempre aggiornato


Iscriviti alla Newsletter gratuita. Clicca qui!

Usa Facebook per lasciare un commento a questo articolo

Share