• Home »
  • Attualità »
  • Natale tra le polemiche. Mancano le luminarie, i commercianti protestano con i lumini cimiteriali
Natale tra le polemiche. Mancano le luminarie, i commercianti protestano con i lumini cimiteriali

Natale tra le polemiche. Mancano le luminarie, i commercianti protestano con i lumini cimiteriali

L'albero natalizio in Piazza Rotelli

L’albero natalizio in Piazza Rotelli

Critiche e polemiche sulle luminarie. Quest’anno, più che in passato, la crisi si sta facendo sentire, al punto che il Comune di Minturno non ha previsto contributi per le luminarie natalizie. E infatti la Via Appia, in particolare, versa nella desolazione non avendo luci colorate, a parte in qualche negozio grazie ai titolari che si sono adoperati per far sentire l’aria festiva. Nemmeno l’albero allestito in Piazza Rotelli ha attenuato lo scontento generale. Anzi, ha ottenuto l’effetto contrario, attirando l’ilarità di qualche cittadino che ha lasciato un biglietto non proprio lusinghiero: “Questo cesso di albero mandatelo in discarica insieme a chi ha ordinato di metterlo qui. Sarebbe stato più decente metterci nulla”. Quanto siano critici anche i negozianti nei confronti dell’amministrazione comunale lo si vedrà questo pomeriggio alle ore 18, quando partirà la protesta dei lumini funebri. Infatti, come abbiamo anticipato su Minturnet, saranno accesi lumini cimiteriali contro la mancanza di luminarie.

Il biglietto lasciato sull'albero natalizio di Piazza Rotelli

Il biglietto lasciato sull’albero natalizio di Piazza Rotelli

Sulla stampa locale, è invece partita la proposta da parte del vicepresidente dell’Associazione Commercianti “Minturnae”, Pasquale Angelino, che ha lanciato l’idea di posizionare luci natalizie a spese dei negozianti, proponendo ai colleghi di intraprendere singole iniziative per abbellire i marciapiedi, illuminare le vetrine e lasciare, quando è possibile, le insegne accese sino a tarda ora. “Come tutti sanno – ha dichiarato Angelino – stiamo vivendo un periodo di profonda crisi economica che investe tutti i settori. La nostra cittadina che vive di turismo estivo, se turismo si definisce quello che viviamo ogni anno, ha entrate che a stento permettono ai cittadini di sopravvivere e pagare le tasse statali, regionali e comunali. Quest’anno non sono state posizionate le luminarie e non sono state abbellite le strade cittadine, come è avvenuto per 25 anni. Noi come associazione ce ne rammarichiamo. L’anno scorso con grande sacrificio siamo riusciti nell’intento, anche con l’aiuto dell’Amministrazione comunale, ma quest’anno le casse comunali non hanno permesso il solito contributo. Per questo ho invitato i commercianti ad intraprendere singole iniziative per abbellire i marciapiedi e le vetrine”.

Secondo alcuni commercianti, invece, tale proposta non è pervenuta. Lo spiega Maria Rotonda D’Alterio, la quale è anche l’ideatrice della singolare protesta pacifica dei lumini cimiteriali.

Luminarie a Scauri

Luminarie a Scauri

“Le vetrine e i marciapiedi – ha dichiarato la signora D’Alterio sulla stampa locale – le abbelliamo lo stesso e la proposta dell’accensione dei lumini ha un doppio significato. E’ vero che costituiscono un simbolo cimiteriale, ma sono anche rossi, il colore del Natale. La mia non è stata una proposta provocatoria, ma soltanto una protesta civile per la mancanza di luminarie che, in caso ci fosse stato chiesto dall’Amministrazione, avremmo anche contribuito economicamente per il loro posizionamento. Inoltre, vorrei precisare che l’anno scorso non sono state messe le luminarie e che il Comune, ad inizio anno, durante la programmazione delle spese dovrebbe prevedere una piccola cifra per l’illuminazione delle strade durante il periodo natalizio”.

Insomma, idee contrastanti tra gli stessi commercianti. Di certo c’è uno scontento generale per un Natale che si preannuncia più triste che mai lungo le strade del Comune di Minturno.
Giuseppe Mallozzi

Ti è piaciuto questo articolo? Sostieni Minturnet con una DONAZIONE --> CLICCA QUI!



Segui Minturnet su Facebook e Twitter per essere sempre aggiornato


Iscriviti alla Newsletter gratuita. Clicca qui!

Usa Facebook per lasciare un commento a questo articolo

Share