• Home »
  • Attualità »
  • Esplosione sventata, l’amministrazione comunale darà un encomio ai poliziotti
Esplosione sventata, l’amministrazione comunale darà un encomio ai poliziotti

Esplosione sventata, l’amministrazione comunale darà un encomio ai poliziotti

Polizia

Polizia

L’amministrazione comunale darà un encomio agli agenti del Commissariato di Polizia di Formia, che domenica mattina hanno sventato l’esplosione di un palazzo di Via Alberto Dalla Chiesa a Scauri. Si tratta degli assistenti capo Monica Vulcano e Salvatore Di Meo, che si sono intervenuti in prima persona sul posto, e dell’operatore del centralino Michele Del Vecchio, il quale ha ricevuto la telefonata del 40enne che ha minacciato di far esplodere l’abitazione per mezzo di quattro bombole del gas. Del Vecchio è stato abile nel trattenere al telefono l’uomo mentre la pattuglia si dirigeva sul posto. Il 40enne, originario di Napoli (D.M. le sue iniziali) ma residente a Scauri da anni, aveva aperto le bombole del gas, minacciando di far saltare in aria una palazzina dove abitano 18 famiglie. Il fatto è accaduto domenica scorsa, alle 4 del mattino, presso un’abitazione nei pressi della stazione ferroviaria di Minturno-Scauri. Dopo aver aperto le bombole l’uomo ha chiamato il 113 minacciando di far saltare tutto. Immediato l’intervento della polizia che è riuscita a entrare aprendo una finestra e facendo uscire il gas che stava saturando l’ambiente. L’uomo, forse depresso a causa della separazione dalla moglie, è stato arrestato dopo una colluttazione e trasportato presso il pronto soccorso dell’ospedale “Dono Svizzero” di Formia. Per lui è scattato l’arresto per tentata strage e lesioni. Il sindaco Paolo Graziano ha ringraziato il dirigente del Commissariato, il vicequestore Paolo Di Francia, e i tre coraggiosi agenti.
Giuseppe Mallozzi

Ti è piaciuto questo articolo? Sostieni Minturnet con una DONAZIONE --> CLICCA QUI!



Segui Minturnet su Facebook e Twitter per essere sempre aggiornato


Iscriviti alla Newsletter gratuita. Clicca qui!

Usa Facebook per lasciare un commento a questo articolo

Share