• Home »
  • Attualità »
  • Scuola Balbo, attesa per la riunione in Comune. La dirigente chiede la consulenza dell’ufficio scolastico regionale
Scuola Balbo, attesa per la riunione in Comune. La dirigente chiede la consulenza dell’ufficio scolastico regionale

Scuola Balbo, attesa per la riunione in Comune. La dirigente chiede la consulenza dell’ufficio scolastico regionale

La Scuola Elementare di Via Italo Balbo

La Scuola Elementare di Via Italo Balbo

C’è grande attesta per la riunione di domani, 30 dicembre, fissata alle ore 10, nel corso della quale saranno prese decisioni importanti in merito allo spostamento dei bambini della Scuola Balbo di Scauri negli altri plessi scolastici. In tutto sono 12 le aule che l’amministrazione comunale ha individuato tra Scauri, Marina e Minturno. Nella riunione di domani mattina, anticipata dal consiglio comunale di venerdì scorso, saranno presente il sindaco Paolo Graziano, l’assessore ai lavori pubblici Fabio Saltarelli, i capigruppo consiliari e i dirigenti scolastici dei circoli di Scauri e Minturno, che dovranno trovare la soluzione migliore per limitare al minimo i disagi per gli scolari. Non sono stati invitati, invece, i rappresentanti dei genitori. Le perizie che l’ingegner Daniele Sparagna sta svolgendo per conto del Comune impegneranno altri giorni, non terminando per il 7 gennaio 2014, giorno in cui le scuole riapriranno. Dall’istituto di Balbo non è stato, invece, nominato un proprio tecnico specialistico, in quanto la dirigenza ha comunicato di non ritenerla necessaria. Ad affiancare l’ingegner Sparagna è soltanto il responsabile della sicurezza già operante nella struttura.

Intanto, dal Liceo Scientifico “Leon Battista Alberti” è arrivata risposta negativa. Il dirigente scolastico Amato Polidoro, nella lettera inviata alla dottoressa Graziano, dice che “la situazione appare assolutamente impraticabile” in riferimento alle richieste della dirigente di Balbo, Maria Rosaria Graziano, di utilizzare le otto aule non ancora aperte. “Le ragioni di ciò – scrive Polidoro – sono diverse e tutte meritevoli di considerazione. Motivi di opportunità, sicurezza, e di obbligatoria revisione della corposa documentazione recentemente riaggiornata ai sensi del D.Lvo 9 aprile 2008 n. 81, lo impediscono”. Dal dirigente dell’Istituto Comprensivo di Minturno, invece, ancora nessuna risposta.

La dirigente Graziano ha scritto anche all’ufficio scolastico regionale per il Lazio e all’ufficio ambito territoriale della provincia di Latina avanzando una richiesta urgente di consulenza e intervento (disponibile alla fine dell’articolo). “Considerato il particolare periodo dell’anno e i tempi brevi per la risoluzione della problematica – si legge nella lettera – in caso di esito negativo della perizia, ovvero di difficoltà a rilasciare il certificato di agibilità da parte dell’Ente locale, la scrivente ha ritenuto opportuno già predisporre il servizio scolastico per la ripresa delle attività didattiche in data 7 gennaio 2014, in modo da garantire il diritto allo studio degli alunni del citato plesso”. Nel documento si richiede anche una consulenza “sugli altri adempimenti da porre in essere, al fine di garantire il diritto allo studio degli alunni del citato plesso e di salvaguardare il prioritario diritto alla salute degli stessi”.

La dottoressa Graziano chiede infine “di intervenire presso le sedi opportune, per l’utilizzo delle aule libere presenti sul territorio da parte della Scrivente Istituzione Scolastica, nelle more della risoluzione definitiva della problematica, al fine di ridurre il disagio per gli alunni”.
Giuseppe Mallozzi

DOWNLOAD: Richiesta consulenza e intervento scuola Balbo

Ti è piaciuto questo articolo? Sostieni Minturnet con una DONAZIONE --> CLICCA QUI!



Segui Minturnet su Facebook e Twitter per essere sempre aggiornato


Iscriviti alla Newsletter gratuita. Clicca qui!

Usa Facebook per lasciare un commento a questo articolo

Share