• Home »
  • Magazine »
  • Rifiuti, incarico all’ex comandante Novelli: qualche domanda al sindaco e alla giunta
Rifiuti, incarico all’ex comandante Novelli: qualche domanda al sindaco e alla giunta

Rifiuti, incarico all’ex comandante Novelli: qualche domanda al sindaco e alla giunta

L'ex comandante della Polizia provinciale, Attilio Novelli

L’ex comandante della Polizia provinciale, Attilio Novelli

Spesso, per qualcuno una volta di troppo, mi concedo di porre delle domande ai nostri amministratori, alle quali non sempre è data risposta. Ma, in certe occasioni, non essendo un consigliere e quindi non avendo la possibilità diretta, in consiglio comunale, di porre queste domande, mi trovo “costretto” a farlo in questo modo. E questa è una di quelle occasioni in cui proprio non riesco a non chiedere. Parlo della questione, molto importante, della nomina di un collaboratore esterno per il settore ambientale, argomento già trattato su Minturnet. È la stessa delibera n. 358 del 23 dicembre 2013, con la quale è stato conferito l’incarico, che mi pone in condizione di chiedere al nostro Sindaco delle delucidazioni. Prima voglio riassumere quanto si apprende dalla delibera in questione.

Il 19 dicembre il Sindaco emette un decreto con il quale intende nominare un collaboratore esterno che si occupi “in particolare nel settore della tutela ambientale, dell’igiene pubblica, della prevenzione ed emergenza sanitaria di specifica competenza dell’ente” e “di stabilire di corrispondere” allo stesso “un compenso omnicomprensivo annuo di euro 20mila”. Il 20 dicembre a “seguito alla richiesta in oggetto” “richiesta parere su proposta Delibera G. C. ad oggetto ufficio di staff del Sindaco – incarico di collaborazione esterna” il responsabile del servizio Organi istituzionali – Affari generali – Gestione risorse umane rilascia il “parere contrario” con motivazioni, che vi invito a leggere nell’allegato alla delibera. Tra queste motivazioni interessanti sono, al punto 3 “non risulta essere stato attivato il procedimento di evidenza pubblica, tramite avviso pubblicato sul sito istituzionale”; al punto 4 “nel curriculum non si rilevano i seguenti dati: a) non risulta dichiarato il conseguimento del diploma di Laurea, mentre si riscontra il possesso del diploma di Geometra; b) non risulta indicato eventuale iscrizione ad albi professionali; c) non risulta dichiarata la situazione, giuridicamente rilevante, di eventuali rapporti di lavoro eventualmente in essere successivi al 30/06/2010”; al punto 6 “non risulta istituito il corrispondente capitolo di spesa previsto per l’importo lordo omnicomprensivo di euro 20000.00 annui da confermare nel programma annuale Consiliare degli incarichi”.

Nella delibera la giunta risponde a queste motivazioni, e in particolare per la motivazione al punto 3 nella risposta è scritto “iniziare un procedimento di evidenza pubblica, tra l’altro, nel caso specifico, sarebbe stata senza’altro una perdita di tempo in quanto e comunque la scelta sarebbe sempre ricaduta e non poteva essere diversamente, sempre sul signor….”; per il punto 4 nella risposta è scritto “per quanto riguarda il punto 4 lettera C (non ci si sofferma sulle lettere A e B in quanto del tutto irrilevanti)”; mentre per il punto 6 delle motivazioni nella risposta è scritto “è chiaramente indicato che il relativo capitolo di spesa, sarà debitamente previsto e stanziato nel bilancio 2014”.

Riassunto quanto, voglio chiedere al Sindaco e alla giunta tutta, poiché nella delibera risultavano presenti tutti gli assessori, alcune domande:

Potreste spiegare cosa significa “iniziare un procedimento di evidenza pubblica, tra l’altro, nel caso specifico, sarebbe stata senza’altro una perdita di tempo”?

Senza mettere in dubbio l’esperienza della persona incaricata, ma in Italia, tra milioni di persone, ci potevano essere delle persone interessate a ricoprire tale ruolo con un curriculum migliore, e magari con una spesa inferiore?

Ma le caratteristiche del ruolo non sono già ricoperte dall’assessore preposto al settore Ambientale e Igiene?

E se si, perché nominare un collaboratore esterno?

Non sarebbe stato opportuno ritirare le delega all’attuale assessore e incaricare la persona individuata come assessore, risparmiando dei soldi?

E infine, vorrei ricordare che non tanto tempo fa, è stata inviata all’ente comunale una relazione dal Ministero dell’Economia e della Finanze – Dipartimento della Ragioneria Generale dello Stato, nella quale viene invitato l’ente “al ripristino della legalità”, e pertanto chiedo, se la scelta della giunta è indirizzata verso questa direzione?

Spero che siano date le risposte a queste mie domande, o in caso contrario, chiederei all’opposizione di porre, se condivise, le stesse durante un consiglio comunale.
Osservatore Minturno

Ti è piaciuto questo articolo? Sostieni Minturnet con una DONAZIONE --> CLICCA QUI!



Segui Minturnet su Facebook e Twitter per essere sempre aggiornato


Iscriviti alla Newsletter gratuita. Clicca qui!

Usa Facebook per lasciare un commento a questo articolo

Share