Via Ponte Garigliano, i residenti chiedono interventi sulle condizioni igienico-ambientali

Via Ponte Garigliano, i residenti chiedono interventi sulle condizioni igienico-ambientali

Escrementi in strada

Escrementi in strada

L’amministrazione comunale intervenga per risolvere il problema delle scarse condizioni igienico-ambientali in cui versa Via Ponte Garigliano. Sono i residenti a chiederlo da ormai più di sette anni a causa del passaggio delle greggi che lasciano sporco il manto stradale con i propri escrementi. L’argomento è già stato trattato qui su Minturnet. “Da molti anni – lamentano gli abitanti della zona – sono presenti diversi allevamenti di bestiame (bovini, suini, caprini, ovini ecc.) e ciò non sarebbe un problema se gli stessi fossero custoditi secondo le vigenti normative. Il problema sta nel fatto che durante gli anni il numero dei capi di bestiame è notevolmente aumentato e con esso anche la produzione di escrementi e liquami, lasciati riposare a cielo aperto, con il conseguente cattivo odore che si propaga nell’aria quotidianamente e che attira e produce insetti di ogni tipo che spesso sono causa di infezioni cutanee. Quotidianamente centinaia di capi caprini o ovini vengono condotti ai pascoli e transitando sulla strada lasciano sul fondo stradale escrementi e urine ed è facile immagine in che cosa di trasforma la via, specie nei periodi invernali, con la pioggia. Inoltre gli scoli dell’acqua piovana risultano otturati proprio dagli stessi escrementi che giornalmente, da anni, vengono spazzati e gettai dagli stessi allevatori nei fossi laterali della strada, la situazione diventa veramente problematica per chi decide di percorrere a piedi Via Ponte Garigliano. Non sono immuni nemmeno le abitazioni in quanto gli escrementi depositandosi sugli pneumatici entrano anche nelle proprietà dei residenti”. Sono diverse le segnalazioni inviate alle amministrazioni comunali che si sono succedute in questi anni. Sebbene siano state emesse ordinanze prima dal sindaco Pino Sardelli e recentemente dal sindaco Paolo Graziano (ordinanza n. 61 del 2 dicembre 2013), che impongono la pulizia del manto stradale dopo il passaggio delle greggi, le stesse – a detta dei residenti – non sono rispettate in toto. E basta proseguire lungo Via Ponte Garigliano per notare chiazze di escrementi per tutta la strada, nonostante avvenga un minimo spazzamento da parte di alcuni pastori. Un problema che gli abitanti di Via Ponte Garigliano denunciano, come già detto, da più di sette anni. A testimoniarlo denunce, sentenze del Tar del Lazio, ispezioni dell’Asl, addirittura indagini avviate dalla Procura di Latina con tanto di relazione dei Carabinieri del Noe, un procedimento che però è stato archiviato. Le lamentele dei residenti di Via Ponte Garigliano non si fermano qui, riguardano anche le tosature: “Da molti anni gli allevatori bruciano i velli delle pecore nelle loro proprietà provocando fumi che rilasciano nell’aria un odore talmente forte e nauseabondo che spesso provocano malori a chi lo respira”. Una strada che si presenta deficitaria anche della rete fognaria per più di metà della sua lunghezza e dove fin troppo spesso vengono abbandonati rifiuti di ogni tipo. “Siamo stanchi di questa situazione – concludono i residenti – chiediamo l’attenzione delle istituzioni a questi problemi, che vanno avanti ormai da troppi anni”.
Giuseppe Mallozzi

Ti è piaciuto questo articolo? Sostieni Minturnet con una DONAZIONE --> CLICCA QUI!



Segui Minturnet su Facebook e Twitter per essere sempre aggiornato


Iscriviti alla Newsletter gratuita. Clicca qui!

Usa Facebook per lasciare un commento a questo articolo

Share