Scarichi sospetti a Scauri, interviene la polizia provinciale

Scarichi sospetti a Scauri, interviene la polizia provinciale

Polizia Provinciale

Polizia Provinciale

Scarichi sospetti a mare. La polizia provinciale è intervenuta questa mattina a Scauri per effettuare dei prelievi alla condotta sita nei pressi del Lido Oriente. Secondo quanto si apprende, dallo scarico delle acque reflue fuoriusciva un liquido completamente bianco, giudicato sospetto dalle forze dell’ordine. A chiamare la polizia provinciale è stato il consigliere comunale Gerardo Stefanelli, che si trovava in zona mentre faceva footing sul lungomare. Stefanelli è stato colpito dal forte odore che proveniva dalla spiaggia e ha notato l’acqua completamente bianca. A prima vista, secondo quanto si apprende, sembrerebbero liquidi di lavorazione di latticini, sieri, caglio e simili, forse provenienti da qualche caseificio. Saranno condotte analisi per identificare la tipologia della sostanza rinvenuta al fine di capire innanzitutto se si tratti di una fonte di inquinamento e in seguito risalire alla provenienza. In particolare, le indagini degli agenti della polizia provinciale dovranno stabilire se vi siano aziende nei dintorni che, anziché smaltire il proprio materiale secondo le norme di legge, utilizzino al contrario le condotte fognarie per risparmiare sullo smaltimento, causando però un danno all’ambiente. Del caso sono stati informati il sindaco Paolo Graziano, l’assessore all’ambiente Roberto Lepone e il responsabile del servizio igiene del Comune di Minturno Carlo Frasca.

Ti è piaciuto questo articolo? Sostieni Minturnet con una DONAZIONE --> CLICCA QUI!



Segui Minturnet su Facebook e Twitter per essere sempre aggiornato


Iscriviti alla Newsletter gratuita. Clicca qui!

Usa Facebook per lasciare un commento a questo articolo

Share