• Home »
  • Cronaca »
  • Lavori al senso unico del centro storico di Minturno, traffico nel caos
Lavori al senso unico del centro storico di Minturno, traffico nel caos

Lavori al senso unico del centro storico di Minturno, traffico nel caos

Il senso unico di Minturno

Il senso unico di Minturno

È stata vissuta una mattinata nel caos nel centro storico di Minturno. Il senso unico è stato chiuso al traffico per alcuni lavori di riqualificazione all’arco di Piazza Portella, causando una congestione stradale che inizialmente due ausiliari del traffico e poi in seguito i vigili urbani hanno avuto difficoltà a gestire. Solo verso le 11 la situazione si è normalizzata. Anche nel pomeriggio si sono verificati disagi. Diversi i veicoli parcheggiati al lato della strada di Via Principe di Piemonte, che hanno determinato un ingorgo senza precedenti, oltre al grande afflusso di vetture che salivano e non avevano una via di uscita, dovendo invertire il senso di marcia in Piazza Portanova. Numerose sono state le proteste dei cittadini per questa situazione, lamentando il fatto di non essere stati informati prima attraverso un avviso pubblico. In alcuni casi si è anche quasi arrivati alle mani, essendo gli animi degli automobilisti abbastanza esasperati per alcune situazioni in cui si è sfiorato il frontale. “Avevamo apposto la debita segnaletica”, riferisce l’assessore ai lavori pubblici, Fabio Saltarelli. “I lavori – aggiunge – dureranno, salvo imprevisti, almeno fino a venerdì prossimo e prevedono il rivestimento dell’arco di Piazza Portella con pietra viva proveniente da Coreno Ausonio, arredo urbano e installazione di pubblica illuminazione”. In Via Principe Di Piemonte resterà quindi in vigore il doppio senso di marcia per circa una settimana. Forse sarebbe stato più opportuno chiudere la strada e limitare l’accesso unicamente ai residenti del centro storico.
Giuseppe Mallozzi

Ti è piaciuto questo articolo? Sostieni Minturnet con una DONAZIONE --> CLICCA QUI!



Segui Minturnet su Facebook e Twitter per essere sempre aggiornato


Iscriviti alla Newsletter gratuita. Clicca qui!

Usa Facebook per lasciare un commento a questo articolo

Share