Il rimpasto non cambia la sostanza

Il rimpasto non cambia la sostanza

Chiostro del palazzo comunale di Minturno

Chiostro del palazzo comunale di Minturno

Lo chef, per promuovere i suoi prodotti, aveva deciso di aggiungere altri ingredienti segreti alle ricette. Il sapore era cambiato, ma non certo la sostanza,e tantomeno la qualità e la quantità. I valori nutrizionali erano addirittura diminuiti. Per farla breve, si trattava di un piatto servito in un vassoio diverso dal precedente, che anche se d’argento, restava comunque “amaro”. Ci sarebbe voluto un po’ di tempo per capire la diversità di quelle nuove sostanze aggiunte, tempo utile ad alcuni, per assaggiare il nuovo alimento e ingrassare, e ad altri, al contrario, per tirare la cinghia in attesa che fosse data loro la possibilità di condividere un pasto, guadagnato con dignità e giustizia, ma soprattutto secondo equità. E c’è di più. Lo chef, per tutelarsi da qualsiasi sorpresa, aveva tenuto un ingrediente segreto in un’ampolla, senza alcuna indicazione, senza descrizione, da “usare” in caso di necessità. Il nome lo avrebbe scritto… a seconda delle necessità. Una torta a sorpresa… come solo la “politica” sa preparare.
Erminio Di Nora

Ti è piaciuto questo articolo? Sostieni Minturnet con una DONAZIONE --> CLICCA QUI!



Segui Minturnet su Facebook e Twitter per essere sempre aggiornato


Iscriviti alla Newsletter gratuita. Clicca qui!

Usa Facebook per lasciare un commento a questo articolo

Share