Questione mensa, l’intervento del consigliere Giuseppe Tomao

Questione mensa, l’intervento del consigliere Giuseppe Tomao

Giuseppe Tomao

Giuseppe Tomao

In merito alle dichiarazioni dell’Assessore Vincenzo Fedele, sulla questione della mensa scolastica, il capogruppo di “Città Nuove”, Giuseppe Tomao, dichiara quanto segue:

Nelle giornate di ieri e l’altro ieri, mi sono giunte svariate chiamate da parte di genitori che lamentavano il disservizio mensa, così ho pubblicato istintivamente un commento in base a quanto riferitomi. Nella giornata di oggi ho preferito approfondire di persona i problemi recandomi presso la mensa comunale e chiedendo informazioni sulla questione del fornitore di carne, uova e sul sopraggiunto problema del gas. Non voglio dare nessuna colpa all’assessore Vincenzo Fedele, con il quale mi sono confrontato in mattinata e che si è sempre messo a disposizione per risolvere i problemi nonostante le difficoltà. Però chi è designato a controllare e a programmare deve prendersi le proprie responsabilità. Forse bastava dire “è vero che ci sono stati tali problemi, uno è stato risolto, l’altro è in fase di risoluzione” e sarebbe stata la “vera e umile verità”. L’unico ad aver dato l’informazione errata, sebbene fondata, è stato Giuseppe Mallozzi che ha mischiato in buona fede la questione del gas con quella del fornitore della carne, due problemi distinti e separati. Capisco che Fedele non sapeva di tali problemi, come anche quello delle borse lavoro che hanno tolto senza avviso 100 euro a chi ha lavorato in questi 4 mesi, ma non serve fare a gara a chi riesce a far credere di più alla gente la propria versione. Non è mia intenzione giocare con i problemi dei cittadini, serve piuttosto che tali disguidi non avvengano più perché c’è la possibilità di programmare il tutto a inizio anno scolastico. Non è concepibile che ad anno scolastico in corso escano problemi con i fornitori per pagamenti arretrati, proroghe a ribasso dell’1%, prezzi vecchi da 6 anni, ecc.

Per quanto concerne la questione del gas è un problema legato alle volture e non è di secondaria importanza. Chi fa le volture si deve accertare che le stesse vadano in porto e che le bollette arrivino altrimenti si presenta l’omino del gas a staccare. Se fosse arrivato di pomeriggio, e non quando la mensa era aperta, il giorno seguente i fornelli non si sarebbero accesi, ma fortunatamente si è riusciti a intervenire litigando anche con lo stesso omino del gas che era venuto a porre i sigilli. È inutile nascondersi dietro ad un dito, il problema vero non è come si manipola l’informazione ma come si gestiscono i servizi in questione.

È vero che i bambini hanno mangiato per secondo, per oltre una settimana, solo pasti freddi: formaggini, mozzarella e prosciutto cotto. Per fortuna dopo la sospensione della fornitura, avvenuta il 17 gennaio, si è andato avanti per qualche giorno con le riserve altrimenti il disagio sarebbe durato qualche giorno in più. Ma ormai sono dettagli che non cambiano la sostanza. Certe cose, organizzando il tutto preventivamente, non accadono e a mio avviso non devono accadere neanche un giorno. Abbiamo la possibilità di definire le forniture e i servizi prima che i bambini entrino in classe il primo giorno di scuola garantendo che non ci siano variazioni e disguidi nel corso dell’anno scolastico.

Inoltre, in merito alle dichiarazioni dell’Assessore Fedele riportate alla fine del comunicato stampa in cui cita l’applicazione dell’art. 8 della Legge 8 febbraio 1948 n. 47, la querela non la concepisco come strumento della politica, l’ho espresso già in altre spiacevoli circostanze. Nel caso specifico, per assurdo, leggendo i commenti al mio post su Facebook, si dovrebbero querelare i genitori che si sono lamentati dicendo bugie? Tutti dicono la stessa bugia?

Nelle mie critiche ho sempre cercato di essere costruttivo e di proporre alla cittadinanza la trasparenza amministrativa. Non è certo l’intimidazione e lo scontro che servono ora ma una sana collaborazione per risolvere i problemi.

Con stima
Giuseppe Tomao

Ti è piaciuto questo articolo? Sostieni Minturnet con una DONAZIONE --> CLICCA QUI!



Segui Minturnet su Facebook e Twitter per essere sempre aggiornato


Iscriviti alla Newsletter gratuita. Clicca qui!

Usa Facebook per lasciare un commento a questo articolo

Share