Rifiuti, la Cooperativa Erica risponde al consigliere Gerardo Stefanelli

Rifiuti, la Cooperativa Erica risponde al consigliere Gerardo Stefanelli

Chiostro del palazzo comunale di Minturno

Chiostro del palazzo comunale di Minturno

Riceviamo e pubblichiamo:
Egregio consigliere dr. Gerardo Stefanelli – capogruppo Minturno Cambia, mi permetto di scriverLe in risposta all’articolo apparso sul Blog Magazine on line Minturnet in data 25 gennaio u.s. a sua firma. Non posso e non voglio sostituirmi alle istituzioni alle quali Lei, correttamente, si rivolge, ma, dal momento che il suo scritto riporta alcune imprecisioni, che potrebbero dare adito a interpretazioni errate o, peggio, insinuare dubbi nei riguardi dell’azienda che ho l’onore di presiedere mi vedo costretto a replicare in modo diretto.

La cooperativa ERICA (Educazione Ricerca Informazione Ambientale) di Alba, in provincia di Cuneo opera da 18 anni, con successo, nel campo della sostenibilità a livello nazionale e internazionale. Lo dimostrano non solo la stima da parte dei nostri clienti, ma anche e soprattutto gli importanti risultati conseguiti dai territori che si sono rivolti a noi: come i numerosi comuni ai primi posti della classifica dei “comuni ricicloni” stilata annualmente da Legambiente, solo per limitare l’attenzione al tema dei rifiuti e della raccolta differenziata.

Lei, egr. dr. Stefanelli, fa riferimento ad articoli apparsi su un noto quotidiano locale: presumibilmente si riferisce all’articolo apparso il 28 dicembre u.s. su Latina Oggi, ma certamente non le sarà sfuggita la mia smentita apparsa sulle colonne dello stesso giornale, a pagina 31, venerdì 17 gennaio u.s.
Per maggior rapidità e chiarezza sono qui a ribadirLe come alcuni contenuti fossero palesemente errati e diffamanti nei confronti della mia azienda: la cooperativa E.R.I.C.A. infatti, a differenza di quanto scritto nell’articolo, non aderisce e non fa parte del Consorzio Nazionale Servizi (CNS), che peraltro fa parte a sua volta della Lega delle Cooperative, mentre ERICA aderisce, fin dalla sua nascita, nel 1996, ad un’altra centrale nazionale: la Confcooperative.

ERICA sta redigendo un progetto e relativi atti di gara non a titolo gratuito per il comune di Minturno, come erroneamente riporta la giornalista, ma a seguito di specifico incarico, remunerato, e regolato da apposito contratto, che tra l’altro ci vincola al segreto professionale, con il Consorzio Nazionale Imballaggi (Conai) che, in forza dell’accordo nazionale con l’ANCI (Associazione Nazionale Comuni Italiani), sostiene i Comuni che necessitano di potenziare le raccolte differenziate, con lo specifico obiettivo di raggiungere gli obiettivi minimi di legge in termini di percentuale di raccolta differenziata. Il CONAI per mettere nelle condizioni i comuni di migliorare le proprie performance di raccolta differenziata si rivolge alle migliori professionalità operanti nel settore della progettazione ed accompagnamento all’avvio dei servizi, operanti a livello nazionale, di cui ERICA, orgogliosamente, ancorché con fatica e dedizione quotidiana, fa parte.

Tornando al Suo scritto, egregio consigliere, potrà dunque evincere che non ci sono i rapporti che Lei insinua, né riesco a comprendere a quale “imprenditore politico” Lei faccia riferimento dal momento che E.R.I.C.A. pur operando in tutta Europa non ha alcun tipo di rapporto con il territorio di Minturno se non squisitamente lavorativo.
Infine mi permetta di farle notare che la Sua affermazione finale con la quale asserisce che “così tutti i cittadini possono verificare” fa riferimento ad un documento che NULLA, ma proprio nulla ha a che vedere con la mia azienda, non conosco la cooperativa sociale erica citata nell’articolo, ma si tratta, al limite di un caso di omonimia aziendale, peraltro facilmente documentabile con una visura camerale della mia cooperativa dalla quale si desume che non ha MAI fatto parte del consorzio citato dall’articolo.

Lei comprenderà, egregio consigliere Gerardo Stefanelli, che le righe del comunicato stampa da Lei redatto buttano cattiva luce su chi invece da anni sta cercando di aiutare pezzi del nostro Paese a raggiungere standard europei nel campo della sostenibilità.

Sono dunque a chiederle di correggere quanto scritto con un nuovo comunicato che abbia almeno la stessa diffusione mediatica, certo che sia stato frutto di semplice leggerezza e scarso approfondimento.

Mi ritenga a Sua disposizione per ogni sua necessità di chiarimento.

Con stima
Roberto Cavallo
Presidente ERICA

Ti è piaciuto questo articolo? Sostieni Minturnet con una DONAZIONE --> CLICCA QUI!



Segui Minturnet su Facebook e Twitter per essere sempre aggiornato


Iscriviti alla Newsletter gratuita. Clicca qui!

Usa Facebook per lasciare un commento a questo articolo

Share