La Pallavolo Minturno si arrende in casa contro l’Ostia

La Pallavolo Minturno si arrende in casa contro l’Ostia

Pallavolo Minturno

Pallavolo Minturno

Turno di campionato da dimenticare per la Pallavolo Minturno che perde tra le mura amiche del PalaBorrelli per 0 a 3 al cospetto di un Ostia in ottima forma che fin qui si è arresa soltanto alle prime della classe ed al momento bisognosa di fare punti in campionato.

Che fosse una partita difficile si era già capito dalle premesse con la squadra romana che all’andata aveva bagnato con la sconfitta l’esordio assoluto delle Minturnesi in serie B2 ma la formazione di Cappelletti si è dimostrata una delle pretendenti ai playoff del girone e con tutta la voglia di recuperare il gap che al momento la separa dal podio del girone. Per la squadra di mister Ciufo a voler vedere il bicchiere mezzo pieno in questo triplo 20 a 25 è proprio l’essere arrivati sempre a quota 20 in un copione di gara costante senza alti e bassi, pagando proprio i limiti di una neo promossa che affronta il campionato con una filosofia diversa dalla ricerca del semplice risultato.

Il Minturno resta quindi a quota 18 in quarta posizione ipotetica nel rush finale che vale la salvezza in un girone che è sempre più diviso in due tronconi con le prime 4 a fare da battistrada e tutte le altre a giocarsi la salvezza con un Palocco che nonostante sia l’ultima della lista con grande distacco è capace di dare qualche affanno a più di una formazione dimostrando che non è facile strappare punti in ogni parquet.

Prossimo turno si viaggi alla volta di Frascati, all’andata finì 3 a 1 per le rossoblù, in un altro importante confronto salvezza con Capitan Colacicco e compagne che dovranno subito dimostrare che quel gruppo di testa è un osso duro per tutti ma anche la Pallavolo Minturno vuole dire la sua sul discorso salvezza.

Ti è piaciuto questo articolo? Sostieni Minturnet con una DONAZIONE --> CLICCA QUI!



Segui Minturnet su Facebook e Twitter per essere sempre aggiornato


Iscriviti alla Newsletter gratuita. Clicca qui!

Usa Facebook per lasciare un commento a questo articolo

Share