• Home »
  • Politica »
  • Il nuovo polo scolastico di Scauri in commissione lavori pubblici. Attesa per la scuola di Balbo
Il nuovo polo scolastico di Scauri in commissione lavori pubblici. Attesa per la scuola di Balbo

Il nuovo polo scolastico di Scauri in commissione lavori pubblici. Attesa per la scuola di Balbo

La Scuola Elementare di Via Italo Balbo

La Scuola Elementare di Via Italo Balbo

Quanto sia necessario un polo scolastico a Scauri lo si è visto con la vicenda del plesso “Ragazzi del Mondo” di Via Italo Balbo, i cui scolari sono stati sposati dopo le vacanze di Natale in ben tre edifici in mancanza di altre strutture dove ospitarli. La bozza di progetto di un polo di scuola primaria sarà affrontato nella commissione lavori pubblici di venerdì prossimo. All’ordine del giorno anche l’istituzione delle isole pedonali domenicali, la riqualificazione e ampliamento delle scogliere della baia di Monte D’Oro, il potenziamento dello scalo ferroviario Minturno-Scauri.

IL PROGETTO. Di sicuro molto importante è il progetto di un nuovo edificio, elaborato dall’ingegnere Sciacca su idea dell’assessore ai lavori pubblici Fabio Saltarelli, che vada a sostituire i vecchi immobili che risalgono agli anni ’50, quindi non rispondenti alle norme antisismiche. Un progetto che si attende ormai da decenni. Il nuovo polo, una struttura attrezzata con palestra, individuato nell’area retrostante l’ex fabbrica Sieci a Scauri, ingloberebbe tutte le scuole primarie: ovvero gli istituti di Balbo, Golfo e Cistrelli. La scuola materna verrebbe spostata nella scuola del Golfo mentre la scuola media presso la Fedele. Saranno da richiedere dei finanziamenti anche cospicui, in quanto il costo dell’opera si aggirerebbe intorno ai due milioni e mezzo, che in parte potrebbero venire compensati dall’alienazione degli edifici di Balbo e Cistrelli, strutture appetibili per la loro posizione strategica.

LA SCUOLA BALBO. Riguardo la riapertura della scuola di Via Italo Balbo, oggetto di indagini statiche al fine di ricevere il certificato di agibilità, si attende la relazione dell’ingegner Daniele Sparagna, incaricato dal Comune di Minturno. Quest’ultimo a sua volta è in attesa della determina di liquidazione, che al momento non è stata ancora redatta. Da indiscrezioni sembrerebbe che non ci siano i soldi per pagare il tecnico. In merito, invece, alle indagini svolte sulla struttura scolastica, sarebbero stati riscontrati problemi all’impiantistica, evidenziando una carenza nel piano antincendio. L’edificio potrebbe riaprire i battenti per le vacanze di Pasqua.
Giuseppe Mallozzi

Ti è piaciuto questo articolo? Sostieni Minturnet con una DONAZIONE --> CLICCA QUI!



Segui Minturnet su Facebook e Twitter per essere sempre aggiornato


Iscriviti alla Newsletter gratuita. Clicca qui!

Usa Facebook per lasciare un commento a questo articolo

Share