Buche e strade dissestate, arriva l’esposto dell’Asso.Cons.Italia

Buche e strade dissestate, arriva l’esposto dell’Asso.Cons.Italia

buche via fontana di voza (1)La situazione disastrosa delle strade del Comune di Minturno è al centro di un esposto inviato al sindaco Paolo Graziano, all’assessore ai lavori pubblici Fabio Saltarelli, al comandante dei vigili urbani Gian Matteo D’Acunto da parte dell’Associazione dei Consumatori “Asso.Cons.Italia”, a fronte delle numerose segnalazioni e richieste di risarcimento danni promosse tramite il proprio studio legale convenzionato. Nella lettera (disponibile alla fine dell’articolo) viene segnala lo stato di dissesto di alcune strade del Comune di Minturno, nonché l’estremo pericolo creato da buche venutesi a creare su vari tratti di strada, in particolare in Via Solacciano, in via Sebastiani e Via Grata.

“Tali condizioni del manto stradale – si legge nella lettera – mettono in grave pericolo la circolazione dei veicoli, nonché di chi li utilizza per i propri spostamenti, oltre che ovviamente mettere a rischio l’incolumità di automobilisti e pedoni che di lì transitano”.

“Infatti – continua l’associazione dei consumatori – la disponibilità che l’ente proprietario ha di una strada, in vario modo regolamentandone le condizioni di fruizione e incidendo sulle stesse, integra lo status di custode, il che determinando in via di principio la soggezione dell’ente al regime di responsabilità di cui all’articolo 2051 del codice civile, comporta che chi ne invoca l’applicazione ha l’onere soltanto di dimostrare l’evento dannoso nonché il nesso di causalità tra la cosa e la sua verificazione, pertanto i destinatari sono invitati, nell’ambito delle precipue competenze e responsabilità, a porre in essere ogni provvedimento necessario a garantire la sicurezza e l’incolumità dei cittadini, nonché a porre in essere ogni provvedimento volto a ripristinare la sicurezza stradale, ricordando che, in caso di incidente a causa di dette insidie, invierà istanza/denuncia all’Autorità Giudiziaria chiedendo di accertare l’esistenza obiettiva di pericolo o di insidie della strada, dovuti a condotta colposa omissivi o commissiva dell’ente proprietario e l’eventuale nesso di causalità tra tale condotta e danni subiti dagli utenti. Si chiede – conclude la lettera – di dare sollecito riscontro alla presente istanza”.

DOWNLOAD: Comunicato 18 Febbraio

Ti è piaciuto questo articolo? Sostieni Minturnet con una DONAZIONE --> CLICCA QUI!



Segui Minturnet su Facebook e Twitter per essere sempre aggiornato


Iscriviti alla Newsletter gratuita. Clicca qui!

Usa Facebook per lasciare un commento a questo articolo

Share