Tremensuoli senza acqua, la lettera di un cittadino: “Nessun preavviso da Acqualatina”

Tremensuoli senza acqua, la lettera di un cittadino: “Nessun preavviso da Acqualatina”

Acqualatina

Acqualatina

Riceviamo e pubblichiamo:
Spett.le Minturnet desidero informare la redazione che nella mattinata del 22/02/2014 nel comune di Minturno e precisamente nella frazione Tremensuoli si è verificata, senza alcun preavviso, una interruzione del flusso idrico che ha interessato diverse abitazioni. Questo proprio in concomitanza dell’apertura al traffico di Via Sebastiani (nelle vicinanze della Stazione ferroviaria lato monte). Durante i lavori programmati svolti nei giorni scorsi gli abitanti di Tremensuoli non erano, invece, stati interessati dalla lunga mancanza d’acqua che hanno, purtroppo, dovuto patire numerosi altri abitanti del comprensorio Minturnese. Nella piazzetta Tremensuolese ho notato un’autobotte di Acqualatina nelle cui vicinanze non vi era alcun avviso o informazione sulla interruzione in parola. Altre persone, passate nelle vicinanze, mi hanno riferito di aver girato per varie strade alla ricerca di eventuali avvisi ma senza alcun esito. Vani sono stati i tentativi di contatto al numero verde guasti. Il risultato è che nel momento in cui scrivo, alle 00.05 del 23/02/2014, dai rubinetti della mia abitazione, sulla salita per Tremensuoli, dalla stazione ferroviaria (lato biglietteria), non esce nemmeno una goccia d’acqua. E’ una vergogna che nel 2014 accadono cose del genere.
Mi chiedo se il comune di Minturno abbia intenzione di chiedere conto ad Acqualatina di questi gravi disservizi che la stessa ha causato e sta causando tuttora sul territorio comunale. Questa società sta palesando notevoli limiti nella gestione della rete idrica. L’acqua è un bene pubblico, perchè deve essere gestita da privati?
Vincenzo Spena

Ti è piaciuto questo articolo? Sostieni Minturnet con una DONAZIONE --> CLICCA QUI!



Segui Minturnet su Facebook e Twitter per essere sempre aggiornato


Iscriviti alla Newsletter gratuita. Clicca qui!

Usa Facebook per lasciare un commento a questo articolo

Share